Il Tolentino batte il Volturno nel posticipo. La classifica torna a farsi pericolosa per le gialloverdi

Jessica Llacja, autrice di 2 reti (foto: Sportcasertano/Marco Falco)

Primo maggio in acqua per il Volturno, impegnato contro il Tolentino in trasferta nella gara valida per la quattordicesima giornata del girone Sud di Serie A2 femminile di pallanuoto. Purtroppo le sammaritane escono sconfitte dopo aver disputato un’ottima partita per 12-10, commettendo, però, i soliti errori sia in difesa che in attacco e sbagliando anche un penalty nella prima frazione di gioco. Ora la classifica si è accorciata in basso con le vittorie di Firenze e Brizz Nuoto Catania e la salvezza diretta non è più così scontata. Resta il rammarica per una prova di carattere in cui il Volturno ha saputo recuperare più volte l’avversario, portandosi anche in vantaggio (l’ultima volta sul 4-3) e tentare il pari  per poi subire la rete del +2 del Tolentino a 1’32” dalla sirena conclusiva.

Nella prima frazione di gioco il Tolentino va avanti con Santandrea, Fatone non riesce a segnare un rigore e Mircoli in superiorità raddoppia. Il Volturno riesce ad impattare con Di Grazia e Pellegrino (a 6” dalla fine). Nel secondo tempo Masciandaro firma il sorpasso ospite in superiorità e sempre in power play impatta la Kohli. Sara Bergamo riporta il Volturno avanti, per quello che sarà l’ultimo vantaggio. Inspiegabile blackout di un minuto e le gialloverdi subiscono 3 reti. Mircoli, Santandrea e Finocchi portano il Tolentino sul 6-4 al cambio vasca.

Il terzo periodo vede allungare ancor di più la formazione di coach Bartolo. Pieroni e Kohli danno probabilmente colpi letali al Volturno che però ha la forza di recuperare sull’8-7. Superiorità sfruttate al meglio da Llacja e capitan Pellegrino più rigore preciso di Alessia Fatone. Le ospiti, però, pagano lo sforzo e concedono altre due reti alle padrone di casa con Finocchi e Mircoli (10-7). Riccio accorcia con “l’uomo in più” sul -2, poi vengono espulse per scorrettezze Masciandaro e Santandrea. Finocchi porta sull’11-8 il Tolentino. Il Volturno profonde le ultime energie per cercare di impattare. Bergamo e Llacja in superiorità mettono paura alle marchigiane (11-10), Finocchi chiude i conti in power play e al Volturno non riesce sfruttare gli ultimi assalti. Finisce 12-10 alla piscina ‘Caporicci’.

PN TOLENTINO-VOLTURNO SC  12-10

(2-2, 4-2, 4-3, 2-3)

TOLENTINO: Ginobili, Finocchi 4, Bartolo, Santandrea 2, Mircoli 3, Orizi, Kohlj 2, El Omari, Acciarresi, Pierucci, Fefè, Pieroni 1, Travaglini. All. Bartolo

VOLTURNO: Stellato, Palmiero, Vitale, Fatone G., Zito, Pellegrino 2, Bergamo 2, Llacja 2, Riccio 1, Masciandaro 1, Di Grazia 1, Fatone A. 1 (r.), Ventriglia. All. Napolitnao

ARBITRO: Coccia T.

SUPERIORITA’: Tolentino 5/10, Voltuno 6/11 + 1/2 rig.

NOTE: espulse a 3’35” del 4T Masciandaro (V) e Santandrea (T).