Mal di trasferta per il Volturno, la Roma Vis Nova punisce gli errori delle sammaritane

Jessica Llacja (foto: Sportcasertano/Marco Falco)

Sconfitta esterna per il Volturno nella dodicesima giornata del girone Sud di Serie A2 femminile di Pallanuoto. Le sammaritane si arrendono alla Roma Vis Nova, a pari punti in classifica prima del match ma sotto negli scontri diretti, per 12-8 al termine di una prestazione come al solito avara di risultati nonostante il gioco e piena di disattenzioni. Senza Stellato e Monaco, il Volturno entra in vasca deconcentrato e addirittura chiude il primo quarto sotto 5-0 con ben 4 superiorità buttate all’aria. Il gap arriva sul 7-0 prima della prima rete (di Fatone), giunta dopo quasi 13 minuti di gara.

Nel primo quarto a dispetto del parziale più che rotondo non si assiste ad un monologo capitolino, ma la Vis Nova ha il grandissimo merito di non sprecare tanto quanto il Volturno. Per le Leonesse vanno a segno capitan Fortugno in superiorità prima e in parità poi (2-0), Angiulli anche per lei doppietta e Risivi ad un possesso dal termine (5-0). Nel secondo tempo ancora Fortugno e poi Muccio portano al massimo vantaggio le padrone di casa.Le gialloverdi trovano il primo acuto con Alessia Fatone in power play e dopo poco con Chiara Zito e terminano il parziale in parità, ma con 5 gol da recuperare (7-2) e partita virtualmente conclusa al cambio vasca. Solo virtualmente, però, la reazione arriva nel terzo quarto. Palmiero segna in superiorità accorciando sul 7-3, ma subito un’espulsione a favore delle romane porta al gol di Muccio. Il Volturno piazza un break con Llacja prima e Fatone poi con una rete a 2” dalla sirena. Incredibile quanto succede dopo Praticamente sulla sirena Muccio sorprende Ventriglia dalla sua metà campo dopo la rimessa in gioco e arriva il 9-5 che spezza le gambe alle sammaritane rimaste ferme nell’occasione. Nell’ultimo quarto il Volturno va subito in rete con Llacja, ma Boldrini risponde in superiorità (10-6). Altro break con Fatone e Riccio, con Volturno che produce uno sforzo notevole per recuperare. E quanto pesa sul 10-8 quel gol preso allo scadere del terzo periodo. Contu e Muccio (entrambe in power play) mettono la parola fine al match (12-8 finale) e staccano la squadra campana di 3 lunghezze in classifica (16 contro 13) e piazzano il tassello forse definitivo nella corsa salvezza. Per il Volturno ci sono ancora da conquistare dei punti importanti, invece, magari in casa, dato che in trasferta i punti arrivano a fatica.

Alessia Fatone in azione (foto: Sportcasertano/Marco Falco)

ROMA VIS NOVA-VOLTURNO   12-8

(5-0, 2-2, 2-3, 3-3)

ROMA VIS NOVA: Riccardi, Contu 1, Gilardi, Perazzetti, Cimalacqua, Lollobattista, Fortugno 3, Lomonte, Risivi 1, Muccio 4, Boldrini 1, Angiulli 2, Maggi. All. Carapella

VOLTURNO: Ventriglia, Palmiero 1, Vitale, Fatone G., Zito C.1, Pellegrino, Bergamo, Llacja 2, Riccio 1, Masciandaro 1, Di Grazia, Fatone 3, – . All. Napolitano

ARBRITRO: Lombardo

SUPERIORITA’: Roma Vis Nova 5/9, Volturno 4/12

Note: espulse definitivamente Risivi (RVN) a 7’28” 3T e Palmiero a 1’21” 4T.