Il Teano può sognare grazie ai suoi under: qualità e concretezza, queste le armi dei “ragazzi terribili”

Raffaele Bianco con la maglia del Teano

TEANO – Continuano gli allenamenti dei calciatori rossoverdi agli ordini del tecnico Antonio Vastano, in vista dell’impegno previsto sabato alle ore 14:30 allo stadio “Terra di Lavoro” contro le Aquile Rosanero Caserta, reduci dal pareggio in casa dell’Hermes Casagiove. Ottimo il momento di forma per il Teano, che arriva al match dopo cinque risultati utili consecutivi e quattro vittorie nelle ultime cinque gare. Vittorie arrivate grazie ad un segreto particolare, il gruppo. Sia la società che il tecnico Vastano sono riusciti a creare un gruppo con il giusto mix tra giocatori esperti, giovani ed under. Proprio questi ultimi stanno mostrando pienamente quali sono le loro potenzialità. Nella rosa dei rossoverdi, sono infatti numerosi i ragazzi nati nel nuovo millennio. Cominciamo da Gabriele Di Landa, classe 2001, il giovane difensore partita dopo partita si è guadagnato il posto da titolare non deludendo il suo allenatore. Sontuosa infatti, la prestazione del giocatore contro le Aquile Rosanero nella gara di domenica scorsa.  Classe 2000 invece, il centrocampista Carmine Moronese, anche lui ha trovato il posto da titolare e non ha deluso le attese, contribuendo in prima persona alle vittorie sulla Maddalonese sulla Summa Rionale Trieste. Reparto difensivo, quello del Teano, che si piazza al terzo posto nella classifica delle difese  meno battute. Se fino ad oggi i casertani hanno subito soltanto nove reti in undici partite, è anche merito dei suoi difensori. Oltre a Di Landa, c’è un altro under che si sta rivelando un vero e proprio muro difensivo, stiamo parlando di Antonio Lancellotti, classe ‘2001, che al fianco di Di Landa protegge al meglio il suo estremo difensore Palmiero. Classe 2001 anche il difensore, Giovanni Palazzo si è anche tolto la soddisfazione di segnare un gol nella vittoriosa trasferta contro la Summa Rionale Trieste, vinta per 5-0 dai sidicini.  Tra gli under presenti in rosa, che per ora faticano tuttavia a trovare un posto da titolari, ci sono anche: il centrocampista Matteo Cenname, classe 2000  così come il centrocampista Matteo Esposito. Questi calciatori, insieme ad atleti più esperti, come, Raffaele Bianco, Roberto Bergantino, Davide Mancini, Domenico Mele e tanti altri, formano un gruppo di discreta qualità che sta dando del filo da torcere alle altre squadre del girone. Ottime notizie per i tifosi del Teano, che possono dunque stare tranquilli per il futuro, vista la qualità dei loro giovani.