Matera avanti negli scontri diretti, i precedenti degli ultimi cinque anni

Un’azione di Matera-Casertana del 2015-2016 (Foto Giuseppe Scialla)

Sono otto le volte in cui Casertana e Matera si sono incontrate nel campionato di Serie C dalla stagione 2014-15 e cioè da quando i rossoblù hanno fatto ritorno in un campionato professionistico. Le vittorie della squadra della Città dei Sassi sono 4, quelle invece della Città della Reggia sono 3. La prima volta, ad ottobre del 2014, al “Pinto” il match-winner fu l’attaccante guineano Cissè arrivato a Caserta dall’Albinoleffe.  Nella gara di ritorno, il Matera vinse 2 a 1 grazie ad una doppietta del capitano napoletano Gaetano Iannini sul finire del primo tempo. Ad inizio ripresa accorciò le distanze Tito. L’allenatore della Casertana era Campilongo, Auteri quello dei biancazzurri. Nel campionato 2015-16 al “Pinto” la Casertana non riuscì a scardinare il muro degli avversari, nonostante avessero giocato gran parte dell’incontro in dieci per l’espulsione di Zanchi. Nel secondo tempo De Angelis si fece parare un rigore da Bifulco. Gli allenatori erano Romaniello e Dionigi. Al XXI settembre-Salerno, nella gara di ritorno il Matera si impose per 2 a 1.  La Casertana passò in vantaggio con Mancosu, poi allo scadere della prima frazione di gioco Infantino su rigore riequilibrò la gara, ed a inizio secondo tempo Tomi fissò il punteggio sul 2 a 1. Gli allenatori erano Padalino e Romaniello.

Giovinco contro Rainone nel 2017-2018 (Foto Giuseppe Scialla)

Nella stagione 2016-17 a Matera, nella partita di andata, la Casertana perse in malo modo. Successe tutto nella ripresa. Armellino, Negro (alla sua 10^ realizzazione) e due volte Carretta affossarono i falchetti. Sussulto di orgoglio nel finale da parte della Casertana che realizzò con Orlando su calcio di rigore e con Giannone. Al “Pinto”, ad aprile 2017 i rossoblù restituirono ai biancazzurri la “mazzata” dell’andata. Parte male la squadra di Tedesco, Dammacco va in gol dopo appena 3 minuti. L’argentino Corado pareggia su calcio di rigore (8° gol). L’arbitro assegna un secondo penalty ai falchetti, ma è sbagliato da Orlando (para Biscarini). Subito dopo segna Rajcic e poi ancora Ciotola. Tutto nei primi 45 minuti di gioco.

A dicembre dell’anno scorso in terra lucana la Casertana perde per 1 a 0. Il gol della vittoria del Matera porta la firma di Strambelli (su rigore). Nella ripresa poi l’attaccante barese (in forza, oggi, al Potenza) si fa espellere ma i falchetti non riescono a pareggiare il match. Al ritorno, ultima gara del campionato, la Casertana vince facile. Dopo 8 minuti vanno a segno Pinna e De Rose. E prima che l’arbitro fischi la fine del primo tempo è ancora il centrocampista cosentino (attualmente al SudTirol) a infilare Golubovic. L’allenatore della Casertana era D’Angelo, sulla panchina materana sedeva Auteri.

C’è anche un precedente in Coppa Italia. Al XXI settembre-F. Salerno, luglio 2017 il Matera sconfisse la Casertana per 2 reti a 0 (in gol l’ex Corado, nel primo tempo, e Giovinco nel secondo tempo).