VIDEO – Le Aquile Rosanero si fermano a un passo dalla Promozione: il Giffoni sei Casali non sbaglia un colpo e cala il poker

Il rigore che ha sbloccato l’incontro (Foto Giuseppe Scialla)

Il volo delle Aquile Rosanero Caserta si ferma sul più bello a un passo dal traguardo. Vince il Giffoni Sei Casali che nella finalissima per il salto in Promozione si impone 4-1 al termine di un match ben giocato per quarantatrè minuti dagli ospiti. Poi dopo il rigore di Minella la gara è completamente cambiata.

PRIMO TEMPO – Avvio molto incoraggiante per gli ospiti che provano dopo tre minuti con un tiro di Rossi ma la mira non è fortunata. Le Aquile prendono ben presto il pallino del gioco in mano e gridano al gol quando il minuto segna il tredicesimo. Barletta prende la mira da fuori e l’estremo difensore Lamberti è strepitoso rifugiandosi in angolo. Fiammata salernitana con Salzano che prima spara alto poi approfitta di una rimessa approssimativa di Cerreto e sulla conseguente mischia in area la sfera finisce sul fondo con l’attaccante che a due passi dalla porta non fa centro. Si riaffacciano i rosanero in area avversaria al ventiduesimo con Portone che riceve da Rossi e a botta sicura conclude ma palla deviata da un difensore e il portiere si salva. Pochi secondi dopo Papa calcia da venti metri, il portiere è incerto e sfiora quel tanto che basta per mandare in corner. Poco dopo la mezz’ora ospiti nuovamente pericolosi con un interessante schema su punizione di Barletta, pallone a Papa che conclude ma il portiere ci metta l’ennesima pezza. Iacovazzo al 33’ prova con un tiro a giro dalla sinistra, Cerrato non corre pericoli. Dopo una punizione di Barletta bloccata senza problemi dall’estremo difensore ecco la svolta. Rocco atterra Iacovazzo ed è rigore. Ammonizione per il difensore e massima punizione trasformata da Minella. Si chiude la prima frazione di gioco e ad inizio ripresa subito in campo Toscano per Ndiaye.

L’esultanza del Giffoni (Foto Giuseppe Scialla)

SECONDO TEMPO – La mossa si era rivelata vincente a Vitulano sette giorni prima ma stavolta non ha dato quella scossa che tutti si aspettavano. Anzi al sessantesimo Mazzeo raddoppia sfruttando un corridoio centrale in area e pallone in fondo alla rete. Gara virtualmente chiusa ma il Giffoni triplica con Salzano che di tacco a porta libera archivia la pratica. Cerrato al 76’ è super su Minella mentre in pieno recupero Ferraro mette un bel pallone al centro per l’accorrente Picozzi che sigla la rete della bandiera. Non è ancora finita perché al 94’ Iacovazzo firma il 4-1 un attimo prima del triplice fischio. Le Aquile Rosanero escono comunque a testa alta da un confronto segnato dal rigore di fine primo tempo. Le speranze di salire in Promozione comunque non sono finite dal momento che i casertani sono in cima alla lista della graduatoria ripescaggi. Traguardo meritato dai ragazzi del duo Paradiso-Fiorillo.

GIFFONI SEI CASALI: Lamberti, Giannattasio (79’ Malangone), Brigantino, Gae. Bracciante (87’ Gio. Bracciante), Lioi, Coppola, Salzano (72’ Fierro), Tedesco (84’ Iovane), Mazzeo, Minella, Iacovazzo.

A disposizione: Scarpinati, Voto.

Allenatore: Di Muro.

AQUILE ROSANERO: Cerreto, Zampetti (70’ Pianese), Rocco (57’ Ferraro), Cristiano, Verdone, Campana, Papa, Ndiaye (46’ Toscano), Barletta (77’ Picozzi), Portone (82’ Corvino), Rossi.

A disposizione: Pisciotta, Ottobre.

Allenatore: Paradiso.

ARBITRO: Piscopo (Frattamaggiore).

RETI: 44’ rig. Minella (G), 61’ Mazzeo (G), 68’ Salzano (G), 90’ Picozzi (A), 93’ Iacovazzo (G).

NOTE: pomeriggio soleggiato, spettatori 300 circa. Ammoniti Tedesco, Coppola, Lioi, Giannattasio, Iacovazzo (G), Ndiaye, Rocco, Campana, Rossi, Barletta, Cristiano (A).