Villa Literno, hai il destino nelle tue mani! Miglior seconda nei quattro gironi, per il sogno Eccellenza…

Domenica la sfida tra Virtus Goti e Marcianise, il 6 maggio la finalissima

La festa con i tifosi a fine partite

Pronti-via e subito inizia il post season, nemmeno il tempo di rifiatare e il Comitato Regionale della Campania ha stabilito che nel prossimo week-end inizia la fase finale per le società di Eccellenza e Promozione. Se nella massima categoriale regionale abbiamo, purtroppo, solo la Sessana impegnata nella lotta alla salvezza, nel campionato di Promozione ci sono Villa Literno e Marcianise che vogliono continuare a sognare il salto di categoria. La classifica, aldilà dell’Albanova, ha così decretato: Villa Literno a quota 72, Virtus Goti 63 e Marcianise 62, staccata la Rinascita Vico in quinta piazza. Per le normative e regolamenti federali, il Villa Literno, grazie al margine maggiore di nove punti, aspetterà la vincente di Virtus Goti e Marcianise, gara in programma allo “Ievoli” domenica pomeriggio, serve una vittoria agli uomini di mister Nando Di Benedetto per espugnare l’impianto sannita e regalare una finale tutta casertana il sei maggio. Andiamo ora ad analizzare il probabile cammino del Villa Literno, la miglior seconda di tutti i gironi della Promozione 2017/2018.

Il cammino. Dalle parti della città liternese stanno già facendo gli scongiuri preventivi, ma la società biancorossa ha nelle mani il proprio destino: i 72 punti di fine campionato hanno consegnato una settimana di riposo aggiuntivo per ricaricare le batterie ed assistere come spettatore interessato alla gara di domenica pomeriggio in terra beneventana. Dopo i probabili 90′ o 120′, il Villa Literno conoscerà la propria avversaria del 6 maggio al “Comunale” di una città che sogna l’Eccellenza. Con il fattore casa a propria disposizione, alla squadra di mister Ulivi basta ottenere una vittoria o un pari, dopo i supplementari, per passare alla fase finale, la corsa per l’Eccellenza è distante solamente due gare.

La posizione. Il Villa Literno, una volta superata la finale del proprio girone, ha una sola certezza: giocare in casa anche la finalissima per l’accesso in Eccellenza. La situazione degli altri gironi è molto chiara, i 72 punti dei liternesi sono un netto vantaggio rispetto alle altre. Nel girone B la Virtus Ottaiano è seconda con 65 punti e salterà il primo scontro con la quinta rimanendo in attesa della vincente tra l’Isola di Procida, 64 punti, e il Poggiomarino fermo a 59. Nel girone C vinto dal San Tommaso con 66 punti, è il Grotta ad essersi classificato in seconda piazza con 64 punti, davanti al Paolisi 55 e alla Vis Ariano a 51, anche qui la quinta è matematicamente fuori dai giochi a causa del distacco di ben tredici punti. Nel girone D vinto dalla Scafatese, si giocheranno entrambe le semifinali con il Salenrmum Baronissi, 57 punti,  che sfiderà il Campagna,52,  quinto classificato, mentre si prospetta scintillante la sfida tra Santa Maria del Cilento a 54 punti e Angri con un sol punto a dividere le due squadre. Insomma la considerazione è semplice: il Villa Literno è la miglior seconda di tutti e quattro i gironi di Promozione, seconda, con un grosso rimpianto…

Il rimpianto. Più che un rimpianto possiamo definire tale opportunità un pindarico volo di fantasia: il Villa Literno poteva vincere direttamente il campionato. Escludendo ovviamente il girone A, analizzando le prime degli altri tre gironi possiamo notare che i biancorossi potevano salire direttamente in Eccellenza se avessero giocato in un nuovo girone. Nel girone B non vale questa tesi poichè la corazzata Afro Napoli ha chiuso il proprio cammino a 76 punti, mentre nel girone C addirittura il San Tommaso ha terminato a quota 66, sei punti in meno della squadra di msiter Ulivi. Nel girone D il Villa Literno ha distanziato di un sol punto la Scafatese, ma si tratta solo di ipotetica fantasia.

Ora il Villa Literno aspetta la vincente di Virtus Goti-Marcianise, dal 6 maggio la società biancorossa chiuderà nel cassetto il sogno Eccellenza, ci sono due battaglie da affrontare, bisogna desiderare una cosa per averla. Sì sa, in fondo che…I sogni son desideri!