Volturno solo al comando, coach Petrucci mantiene alta la tensione: “Vittoria importante ma non decisiva. Il primato? Vogliamo costruire qualcosa di concreto per il club”

Alberto Petrucci allenatore del Volturno

Il Volturno vince anche alla ‘Scandone’ contro il Nuoto 2000 nello scontro diretto dell’ottavo turno del girone 6 di Serie C di pallanuoto. Ora la squadra allenata da coach Petrucci è sola al comando, dopo il 6-4 in trasferta inflitto ai diretti concorrenti per il primato del girone campano-pugliese. I sammaritani hanno saputo riprendere un match che ad un certo punto pareva essersi messo male, ma nell’ultimo quarto con una difesa forte e qualche intervento importante del portiere Perfetto hanno saputo portare a casa il risultato rimanendo così a punteggio pieno con 21 punti in 7 gare giocate. “Sapevamo che la gara non era facile, ma nessun match finora lo è stato – ha esordito coach Alberto Petrucci nel post partita -,ma siamo rimasti lucidi e siamo riusciti a fare risultato. Era importante, ma non fondamentale, vincere. Guardando i numeri facciamo un campionato di vertice. Ma i numeri sono diretta conseguenza del lavoro che svolgiamo e che cerchiamo di fare senza porci nessun obiettivo. L’unico obiettivo è costruire un gruppo che faccia da traino e sia di esempio per il movimento maschile del Volturno e di Santa Maria che è è rimasto un pochino indietro. Dove arriveremo sarà il risultato del lavoro che abbiamo svolto. Non ci prefiggiamo nessun obiettivo particolare”.

Coach Petrucci se la ride: il Volturno è solo in vetta alla classifica

Il Volturno pareva in difficoltà e poi è venuto fuori alla distanza. Così prosegue coach Petrucci: “Perfetto è un portiere di esperienza che in ogni partita fa la differenza. Nel quarto tempo siamo riusciti a fare il nostro gioco con un pressing in anticipo che costa fatica ai giocatori, però nel frattempo mette in difficoltà l’avversario perché lo stressa dal punto di vista mentale e fisico”. Un ultimo pensiero il tecnico gialloverde lo riserva al campionato e agli avversari: “Io ne ho sentito parlare poco fino adesso, ma una delle squadre candidate a fare un campionato di vertice è sicuramente l’Oasi Salerno, nonostante uno scivolone che può capitare in trasferta, dopo tutto anche noi abbiamo faticato contro l’ultima in classifica. L’Oasi è un’ottima squadra, così come il Nuoto 2000, ma questo è un campionato equilibrato, divertente da disputare e allenante per chi lo gioco ed il livello della squadra”.