Serataccia Family, le Pantere fanno la voce grossa e si prendono il derby



La palla a due (Foto Carozza)

Dura lezione di superiorità che le Pantere infliggono ad un Family stasera irriconoscibile, con un +22 finale che il campo ha mostrato in maniera inequivocabile. Buona la prestazione della squadra di coach Vinciguerra che ha annullato l’attacco avversario e ha saputo costruire con pazienza le proprie certezze. Ursini stasera ha preferito andare con una rotazione differente dal solito, puntando meno sulle sue under, ma non ha ricevuto grandi indicazioni da un platoon system in cui le sue esterne non hanno mai saputo trovare ritmo. SI dice che il derby sia questione di attributi, il motto viene confermato dalle prestazioni monstre di Cillo e Sacco, che chiuderanno entrambe con 15 punti, decisivi nell’indirizzare il match e nel chiuderlo definitivamente nel quarto periodo. Nella serata in cui Cocchiarella non brilla, anche perché limitata da un problema al ginocchio che si spera possa essere di lieve entità, vale la pena sottolineare il coraggio di una Carla De Rosa che gioca con una mano infortunata, sul dolore ai limiti delle lacrime, con 8 punti preziosi, ma un plauso va anche a Lia Biccardi che chiude con la tripla un match silenzioso ma efficace. Vinciguerra dimostra la sua sagacia tattica annullando Zonda, che non solo non trova continuità al tiro, ma rimane frustrata dai continui ingressi ed uscite dal campo. Petrazzuoli, top scorer delle sue, non è in serata, Di Caccamo e Guastaferro trovano poco il canestro, Guida lavora a rimbalzo ma fa fatica a innescarsi al tiro, sbagliando molto e quindi lo svantaggio in casa Family si accumula quarto dopo quarto in un match che di fatto non è mai iniziato. Le uniche cose buone vengono dalle giovani, con Gentile che tra spizzichi e bocconi mette canestri importanti e le due under 18 Alberico e Grasso che pur con meno di 4 minuti a testa si fanno notare con tante cose positive, non solo sul tabellone. Vince la squadra che l’ha preparata e affrontata meglio, senza snaturarsi e praticando la propria pallacanestro, il primo derby casertano può finalmente andare in archivio.

Un’azione della gara (Foto Carozza)

LA CRONACA – Atmosfera calda e Palazzetto gremito per il primo derby, che di fatto inizia nel segno di Roberta Cillo. Tripla fortunosa in avvio, poi giro e tiro con fallo subito e canestro a bersaglio, assist per De Rosa e in 4’ siamo 0-8, con il Family che ancora non ha ben compreso cosa sia successo. Sacco si mette in partita e solo Petrazzuoli dalla lunetta sblocca lo zero, ma le ragazze di Ursini litigano col ferro, con Guida chiamata a prendersi tante conclusioni. Il jumper di Biccardi regala 15 lunghezze di vantaggio alle Pantere ma il buzzer sulla sirena dalla lunga distanza di Gentile dà speranza alla squadra del presidente Narducci sul 7-19. Zonda prova ad innescarsi, ma Cillo è ancora on fire e va col secondo gioco da tre punti della sua serata. Gentile prende per mano le sue, prima con l’assist per Petrazzuoli che chiude col passo ad incrocio e poi con il jumper dalla media, ma dopo il timeout Vinciguerra richiama le sue all’ordine, trovando le penetrazioni di Sacco e il gioco dentro della solita Cillo. Ursini getta nella mischia la classe 2000 Grasso, che si prende minuti e fiducia con due jumper in un amen, ma Biccardu prima e Cocchiarella poi rispondono presente, per il 20-30 alla pausa lunga. Ursini getta nella mischia anche l’altra under Alberico, che mette la museruola per tre minuti all’attacco delle Pantere quasi da sola, ma il Family non ne approfitta e così quando Sacco spara ala tripla il vantaggio torna oltre la doppia cifra. Cillo fa ancora sfracelli in vernice, a completamento di una serata da protagonista, e le Pantere volano sul 23-40 all’ultimo stop and go, dopo un quarto in cui han concesso solo briciole alle avversarie. DI fatto l’ultimo periodo è un lungo garbage time, con Ursini che inserisce nella mischia una tenace Cerreto che prova quantomeno a scuotere le sue compagne con l’intensità. Il Family risale fino al -12 con due liberi di Petrazzuoli, figli del contropiede e della zona press, ma Sacco con un gioco da tre punti prima e Biccardi con la tripla poi chiudono i conti. Finisce 33-55, con un risultato senza appello e meritato per le Pantere che si confermano in vetta.



FAMILY CASERTA – PANTERE JC ACADEMY 33-55 (7-19; 20-30; 23-40)

Family: Natale ne, Di Caccamo 2, Petrazzuoli 7, Mozzi ne, Zonda 6, Alberico 2, Cerreto 3, Guida 2, Guastaferro 2, Gentile 5, Grasso 4, Vittiglio ne. All. Ursini

Pantere: Cillo 15, Biccardi 7, Sacco 15, Cocchiarella 6, De Rosa 8, Farina, Giannelevigna 4, Luongo, Migliore, Natale. All. Vinciguerra