Chiusura stadio del nuoto, il problema è tutt’altro che risolto…

Lo striscione all’esterno dello stadio del nuoto

Nonostante le rassicurazioni del Sindaco Marino, non è ancora stato firmato alcun documento per scongiurare la chiusura dell’impianto. Le associazioni che operano all’interno sono pronte a mobilitarsi nuovamente. Ecco il testo del loro comunicato.

Dopo diversi giorni dalle dichiarazioni del Sindaco Marino sulla scongiurata chiusura dello Stadio del Nuoto di Caserta ancora non vi è NESSUN atto concreto alla firma delle convenzioni per le associazioni sportive casertane.
Ribadiamo che pur ringraziando tutte le istituzioni e gli interlocutori che nei diversi modi hanno operato perché la piscina non chiudesse, l’unico referente per la firma delle convenzioni è l’ AGIS. Questa precisazione nasce dal timore che un eventuale tecnica di “scarica barile” fra le istituzioni possa essere utilizzata per allungare i tempi per la firma delle convenzioni.
Durante la fiaccolata lo slogan è stato “FIN QUANDO NON FIRMIAMO NOI NON MOLLIAMO” segno che la preoccupazione più evidente non era tanto il fatto che l’impianto chiudesse (già erano state date rassicurazioni in merito dopo l’incontro in Regione) ma piuttosto il fatto che non si concretizzasse la firma delle convenzioni per il periodo olimpico, ad oggi questa preoccupazione è ancora reale e il sopraggiungere di agosto non attenua questo timore.
Per scongiurare questa ipotesi è necessario ancora una volta far sentire la voce delle centinaia di manifestanti.
Lo slogan rimane “FIN QUANDO NON FIRMIAMO NOI NON MOLLIAMO”.