L’Ortigia piega un Volturno troppo timoroso, vola il Velletri

Starace contro Ignaccolo (foto CC Ortigia Facebook)

Il Volturno raccoglie un’altra sconfitta esterna e cede per 13-6 all’Ortigia nell’impianto all’aperto della ‘Paolo Caldarella’ di Siracusa nel settimo turno di A2 femminile di pallanuoto, girone Sud. Le aretusee si confermano così seconda forza del campionato, considerato che l’F&D H2O Velletri non si ferma (vinto il derby contro il 3T Sporting Club), mentre le sammaritane restano sempre in zona play-out. Partita che al cambio di vasca aveva già poco da dire e che il Volturno non è riuscito ad aprire in avvio di terzo periodo, commettendo tanti errori di gestioni dell’attacco e chiudendo con un misero 1/10 in superiorità e 1 rigore segnato su 2 concessi. Mattatrice dell’incontro, con 5 reti, è stata Alessandra Battaglia, sempre più faro realizzativo delle siciliane. Per l’ex biancoverde Starace, invece, 3 reti.

Alessandra Battaglia dell’Ortigia, autrice di 5 reti

L’Ortigia parte forte e con Gottardi e doppietta di Battaglia si porta sul 3-0, prima del gol della Pellegrino a chiudere il primo parziale sul 3-1. Nel secondo tempo, ancora una doppietta di Battaglia e le reti di Rella e Comitini scavano il solco definitivo che estromette dai giochi il Volturno che però trova la rete con Starace per il 7-2 al cambio vasca. Nel terzo periodo, invece, la Ignaccolo para un rigore alla Starace, ma poco dopo capitola sulla conclusione della Bergamo per il 7-3. Il Volturno, invece, di invertire a proprio favore l’inerzia del match, subisce uno dei suoi classici black out e incassa 3 reti da Comitini, Avola e ancora Battaglia. L’ungherese Rajkort poi segna un rigore per il Volturno che accorcia, ma il risultato recita 10-4 per le aretusee. L’ultimo quarto vede l’Ortigia scappar via sul 13-4 grazie alle realizzazioni di Rella, Amato e di nuovo Realla (tris per lei). A chiudere i conti le 2 marcature della Starace per il 13-6 finale.

Il Volturno è ancora troppo inesperto e poco attento (con l’attenuante forse della lunga trasferta), data anche l’età media della rosa a disposizione di Napolitano, per impensierire le prime della classe; mentre l’Ortigia di capitan Cassone e socie non molla la corsa del Velletri e cerca di dare continuità alla sua stagione.

C.C. ORTIGIA – VOLTURNO 13-6 (3-1, 4-1, 3-2, 3-2)

C.C. ORTIGIA: Ignaccolo, Navarro, Cassone, Gottardi 1, Schiavone, Prestes Vencigueri, Battaglia 5, Rella 3, Amato 1, Comitini 2, Avola 1, Natale, Lentinello. All. V. Ayale

VOLTURNO: Mastrantoni, Llacja, Kucianova, Starace 3, Abbate, Pellegrino 1, Bergamo 1, Rajkort 1 (1r), Riccio, Palmiero, Di Grazia, Fatone, Vitale. All. S. Napolitano

Arbitro: A. Chimenti  di Catania
Superiorità: Ortigia 4/9, Volturno 1/10  + 1/2 rig.
Note: espulsione devinitiva Amato (Ort) 4T. Ignaccolo (Ort) pare rigore a Starace nel 3T (6’52”).

RISULTATI VII Turno A2 F pallanuoto gir. SUD:

Ortigia SR-Volturno 13-6

Flegreo-Guinnes CT 14-7

3T Sporting Club-F&D H2O Velletri 5-6

Roma Vis Nova-Acquachiara 4-13

Vela Ancona-Cosernuoto 9-2

 

CLASSIFICA: F&D H2O Velletri 21, Ortigia SR 18, Vela Ancona ed Acquachiara 15, Flegreo e 3T Sporting Club 12, Guinnes CT e Volturno 6, Cosernuoto e Roma Vis Nova 0.