L’Hermes Casagiove ritorna a Procida dopo il miracolo. Laezza: “Usciamo indenni dall’isola”

Francesco Laezza dell'Hermes Casagiove (foto Domenico Vastante)
Francesco Laezza dell’Hermes Casagiove (foto Domenico Vastante)

CASAGIOVE – Dieci mesi dopo la miracolosa salvezza conquistata nello spareggio play-out del 3 maggio 2015, la Pasta Reggia Hermes Casagiove torna sull’isola di Procida. Nella sfida in programma domani, sabato 19 marzo, alle 15 allo “Spinetti” della città isolana, i giallorossi della famiglia Corsale proveranno a ripetere quell’exploit che permise di ottenere l’unico risultato a disposizione e raggiungere la storica salvezza al primo anno d’apparizione in Eccellenza. E’ passato un anno ma l’obiettivo resta lo stesso per il club casagiovese che ha benedetto bisogno di punti per abbandonare una posizione quanto mai delicata.

Tra gli artefici di quel miracolo c’è Francesco Laezza, colosso difensivo del team giallorosso che ha ancora impresse le emozioni di quella gara: “Io penso che sia stata una della partite più belle che abbia mai giocato. Per i tanti episodi che ci sono stati è stata una partita indimenticabile. Mi dispiace che sia capitato contro il Procida ma questo è il calcio. Spero che domenica si ripeti, anche perché loro sono in una situazione tranquilla, per noi i tre punti sono molto importanti”.

L’atleta classe ’91 è tra l’altro l’unico ex della partita: “Mi fa piacere ritornare sull’Isola di Procida. E’ stato un anno bello in tutti i sensi, sia per la società che per l’ambiente. Un anno stupendo anche da un altro punto di vista, infatti in quella esperienza ho avuto la fortuna di conoscere quella che spero sia la ragazza che mi starà accanto per tutta la vita”.

Infine l’ex Gladiator e Pisa spiega il motivo per cui certe volte si rende autore di errori non da lui, come è successo col Volla: “A volte sono troppo superficiale. Abbasso troppo la concentrazione; se riesco ad essere concentrato, difficilmente commetto errori. Spero da ora a fine campionato di non ripeterne più, anche perché sarebbe disastroso per la squadra. Forse con le grandi squadre trovo degli stimoli in più, anche se quella di sabato era una partita fondamentale e non dovevo sbagliare. Di sicuro non ricapiterà più”.

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE