Vis Capua, la seconda giovinezza di Gheremedin: “Vicino al mio record di gol. Con la Real Maceratese segnare vale triplo”

Antonio Gheremedin
Antonio Gheremedin

CAPUAAntonio Gheremedin il goal ce l’ha nel sangue. A quasi trentasei anni l’attaccante capuano si sbatte come un giovanotto per tramutare in rete ogni palla che gli viene servita. Sabato scorso al “Reale” contro il Vitulazio, è arrivato il suo sigillo numero 15 in una stagione che tutti non tardano a definire come quella della sua “seconda giovinezza”. Il navigato goleador della Vis Capua ha una media di quasi un goal a partita, considerando che ha siglato fino ad ora quindici goal in diciassette partite. Assenze nelle altre otto giornate di campionato che derivano dal fatto che Gheremedin ha saltato le prime due giornate per una squalifica dello scorso anno, ben cinque turni tra gennaio e febbraio per un’altra pesante squalifica ed infine ha dovuto dare forfait contro il Poggiomarin per febbre.

PARI COL VITULAZIO. Nonostante la sua segnatura, la Vis Capua ha conquistato un solo punto contro i cugini vitulatini ed Antonio non nasconde il rammarico: “Avremmo potuto vincere una partita alla nostra portata. Siamo andati in vantaggio, poi abbiamo subito due goal e ci ho pensato io a fine primo tempo a raddrizzare la gara con un eurogoal. Sono stato bravo a controllare un lancio di quaranta metri, ho visto il loro portiere esperto fuori dai pali (Della Corte ndr) ed ho lasciato partire un missile che lo ha scavalcato. Nella ripresa ho avuto un’altra chance ma Della Corte ha respinto la mia sforbiciata. Ma la chance più ghiotta l’hanno avuta loro all’82° con Mele che ha sbagliato. Credo comunque che il pareggio sia stato il risultato giusto”.

SFIDA DA EX. Sabato 19 marzo alle 15 al “Reale” arriva la Real Maceratese, club con cui l’attaccante classe ’80 giocava la scorsa stagione: “Per me è un’altra gara da ex, spero di ripetermi come all’andata. Già col Vitulazio ho segnato in entrambe le partite. La Real Maceratese è una delle big del girone, certe partite mi stimolano e se segno vale triplo: per la classifica, contro una squadra da play-off e contro una mia ex squadra. A prescindere da come andrà la gara, faccio un in bocca al lupo alla Real Maceratese. L’anno scorso a Macerata Campania mi sono trovato molto bene con l’allenatore Cicala. Anche se è difficile, spero che raggiunga i play-off”.

LA SECONDA GIOVINEZZA. Fino ad ora è stata una stagione strepitosa per Gheremedin, quarto in classifica marcatori dietro mostri sacri del calcio minore quali Montaperto, Quaranta e Liccardi. L’attaccante lotterà fino al termine della stagione per due obiettivi: “Effettivamente si tratta di una mia seconda giovinezza. Al di là dei 34 goal siglati in Prima Categoria, nell’anno in cui perdemmo lo spareggio promozione al Pinto contro lo Zupo Teano, in Promozione ho raggiunto il record a Vitulazio, segnando in due anni 18 e poi 16 goal. Spero di almeno eguagliare questo primato con reti che possano servire prima di tutto alla permanenza della Vis Capua in Promozione. Per la salvezza diretta è impossibile ma lotteremo per rientrare nei nove punti e giocarci tutti nella finalissima play-out”.