Il Volturno inciampa, storico successo per l’Acquachiara nel derby

La Pellegrino, autrice di 4 gol (foto: sportcasertano.it)
La Pellegrino, autrice di 4 gol (foto: sportcasertano.it)

Storica vittoria dell’Acquachiara Napoli contro il Volturno che con la prima squadra centra il primo successo sulla compagine sammaritana facendo suo il secondo derby campano stagionale. Alla ‘Galante’ di Scampìa finisce 8-6 per le ragazze di Barbara Damiani, brave a tenere il Volturno a distanza, anche grazie ad un buon primo parziale (2-0 per le partenopee) e nonostante il Volturno si sia portato anche sul 4-4 a metà terzo periodo. Poi tanto equilibrio e anche un penalty sbagliato dalla Pellegrino (autrice di una prestazione eccellente con 4 reti) per le ospiti. Volturno, concentrato e sfortunato e nonostante il secondo stop in altrettanti scontri diretti play-off c’è stato un netto passo in avanti sotto il profilo della prestazione rispetto alla gara di domenica scorsa contro la Cosernuoto. L’Acquachiara sorpassa proprio il Volturno in classifica e si porta a 10 punti (le ‘spartane’ restano a 9) e si portano a meno 3, ma con una gara in meno, dal Racing Roma che va a vincere a Catania per 8-4 contro il Blu Team (in crisi). Per le biancazzurre è grande prova di Acampora (anche per lei un poker) e tanto lavoro per la squadra. Il Volturno ha mollato solo a 10” dalla fine con il gol definitivo di Acampora, dopo un’affannosa ricerca del pareggio. Napolitano, invece, ha fatto a meno delle gemelle Chiara e Federica Zito e ha preferito Abbate e Fatone nelle 13 atlete a referto per scelta tecnica e per premiare il lavoro settimanale di altre 2 atlete giovanissime. Nota a margine sono state le superiorità numeriche, in cui non hanno brillato particolarmente le squadre in vasca, dato anche l’agonismo delle difese. L’Acquachiara ha usufruito, nonostante la zona del Volturno, di 11 ‘power play’ andando a segno 2 volte, mentre 2/7 è la percentuale del Volturno.

“E’ stata una partita da luci ed ombre – commenta a fine gara coach Napolitano -, con un inizio non brillante e tanti errori commessi da noi e sui quali ha capitalizzato l’Acquachiara. Mi sono piaciute le reazioni nei vari momenti del match delle mie ragazze, in una gara molto sentita per entrambe le squadre, molto equilibrata e con tanto pubblico sugli spalti. Non siamo riuscite ad impattare quando dovevamo e nell’ultima azione della gara l’Acquachiara ha allungato sull’8-6. La prestazione tutto sommato mi è piaciuta e ripartiamo dal carattere messo in acqua durante la rimonta, perché mi fa ben sperare”. Sul penalty parato da D’Antonio a Pellegrino il tecnico gialloverde commenta: “E’ stato bravo il portiere, ma Maria Giovanna si è fatta subito perdonare con un gran gol da fuori”. Un ultima battuta sul non utilizzo delle sorelle Zito, presenti comunque sugli spalti ad incitare le compagne. “Ho preferito, per scelta tecnica – conclude Napolitano – puntare su altre 2 ragazze delle giovanili per premiare il loro impegno settimanale e anche perché dobbiamo inserire man mano altre giocatrici nel gruppo poco alla volta. Nessuna delle ragazze deve sentirsi al sicuro. Preferisco avere in squadra chi si impegna a fondo sempre, non solo chi è più dotato tecnicamente”.

Sequenza reti:

1Q: 4’56” Acampora (A), 2’13” Monaco (A)

2Q: 7’39” Acampora (A), 7’05” Pellegrino (V), 5’06” Tortora (A), 0’56” Kucianova (sup.) (V)

3Q: 4’39” Pellegrino (V), 1’53” Pellegrino (V), 1’24” Acampora (sup.) (A), 0’48” Centanni (A)

4Q: 7’13” Centanni (A), 6’34” Masciandaro (V), 4’15” Pellegrino (sup.) (V), 0’25” Acampora (A)

C.Y. ACQUACHIARA-VOLTURNO 8-6 (2-0, 2-2, 2-2, 2-2)

Carpisa Yamamay Acquachiara: Iaccarino, Monaco 1, Savino, Maglitto, Migliaccio, De Magistris, Iavarone, Tortora 1, Foresta, Acampora 4, Centanni 2, Esposito, D’Antonio. All. Damiani.

Volturno: Negro, Abbate, Kucianova 1, Palmiero, Simonetti, Pellegrino 4, De Simone, Ciampichetti, Fatone, Masciandaro 1, Battimiello, Bisba, Stellato. All. Napolitano.

Arbitro: Barletta.

Superiorità: 2/11 Acquachiara; 2/7 + 1 rigore sbagliato Volturno

Note: Ciampichetti espulsa definitivamente nel 4°T. D’Antonio para un rigore alla Pellegrino a 5’30” nel 3°T