L’esperienza al collegiale azzurro di Sara Bergamo



Sara Bergamo
Sara Bergamo

Manca poco più di un mese al debutto del Volturno in A2 femminile di pallanuoto 2014 e fino al 12 gennaio la compagine guidata da coach Napolitano dovrà trovare la forma migliore e sostenere allenamenti duri e partite amichevoli. E proprio nei giorni scorsi in un torneo a Roma, il Volturno ha affrontato anche la nazionale giovanile nate ’96 di coach Zizza, che si è riunita in collegiale ad Ostia dal 30 novembre al 3 dicembre. Niente di eclatante se non fosse per il doppio ruolo di Sara Bergamo, giocatrice del Volturno classe ’97, convocata per il collegiale azzurro, dal ct nonché allenatore della Canottieri Napoli maschile. La sua emozione la Bergamo la esprime così: “Il collegiale è stato abbinato ad un torneo al quale ha partecipato anche la mia squadra, per cui ho rivestito la doppia veste di convocata e di giocatrice del Volturno. Una bella emozione. E’ stato un tour de force incredibile – continua la Bergamo – con innumerevoli partite giocate quasi senza sosta, allenamenti intensivi basati su preparazione atletica fuori dalla vasca e test di nuoto molto duri in vasca”. Un impegno del genere è sempre gratificante per un atleta: “Sono venuta a contatto con una dimensione più grande, con ritmi più intensi e la condivisione di questa esperienza con altre ragazze provenienti da altre realtà pallanuotistiche mi ha arricchito sotto tutti i punti di vista, per gli sforzi ma anche per i pochi momenti di spensieratezza vissuti insieme”. Il sogno di Sara non è soltanto fare bene nel Volturno, ma anche partecipare al prossimo Europeo di categoria con la calottina azzurra. “Da quest’esperienza è nata in me la consapevolezza di far parte, seppur in maniera non definitiva, di un gruppo scelto per rappresentare i colori italiani all’estero e semmai dovessi essere tra le convocate del prossimo Europeo sarei consapevole del grande lavoro che mi attenderebbe e della grande responsabilità che avrei nei confronti di coach Zizza e della mia stessa società che continua a porre grandi aspettative in me”, conclude la promettente ‘spartanina’.