Battipaglia sbanca Caserta, Family quanta rabbia

Coach Fabio Farina
Coach Fabio Farina

Prima sconfitta per il Family Caserta che getta al vento una partita con una prestazione deficitaria nel terzo periodo quanto di buono fatto nei primi 20'. Nonostante poi aver ripreso la gara per i capelli grazie a Cocchiarella, nel supplementare altri errori e qualche situazione sfortunata regalano il successo, comunque meritatissimo, alla squadra battipagliese, allenata in panchina dal casertano Fabio Farina. Una gara in cui i tanti rimbalzi concessi e le palle perse sono state un fattore imprescindibile. Una rotazione perfetta da parte di coach Farina, che ha dovuto fare a meno di De Pasquale, in campo solo qualche minuto, per problemi muscolari e di Russo a mezzo servizio per gli stessi motivi, che ha lottato come una guerriera sul campo, ha permesso alla truppa salernitana di vincere con la forza del gruppo, in cui ognuna delle ragazze ha portato il suo mattoncino. E sono significative le parole del coach ex assistente di Sacripanti alla Juvecaserta al termine del match: “La società ci ha messo a disposizione questa squadra e questo campionato con l'obiettivo di una crescita delle nostre ragazze. Crescita dunque è il nostro primario obiettivo, la vittoria viene dopo. Stasera abbiamo dimostrato la bontà delle nostre doti con un contributo da parte tutte, abbiamo spaccato la partita attaccando nella ripresa la loro zona e punendola con tre triple di fila che hanno rigirato la gara. Sono soddisfatto della prestazione nel secondo tempo, nel primo avevamo vissuto più di individualità. Nella ripresa ci siamo adattati al loro raddoppio sul post alto trovando migliori spaziature sulle ali. Il finale ci ha premiato”. In casa Family non basta la partita di sacrificio e dedizione di Petrazzuoli e il cuore di Cocchiarella. L'ex Brindisi chiuderà con 16 punti 13 rimbalzi e 8 recuperi, ma con qualche palla persa di troppo, il play classe 95' si erge a condottiera nella parte finale di gara, prendendosi la responsabilità del playmaking e segnando i punti che valgono il supplementare, chiudendo con 13 punti e 5 assist. Del Monaco ci mette del suo con 12 punti e tanto sacrificio, molto poco il contributo delle altre e una rotazione molto allargata che forse ha tolto inerzia e certezze a un gruppo nelle altre uscite più compatto. Laconiche e precise sono le parole a fine gara di Cocchiarella: ” L'abbiamo butta noi nel terzo periodo. Eravamo sopra di dieci punti e abbiamo beccato le triple appena siamo passate a zona. Troppi errori da parte nostra nel finale, eravamo state brave a recuperarla, poi ci siamo disunite”.

la cronaca. Partita ad alto punteggio fin dall'avvio. Petrazzuoli e un buon impatto di Del Gaudio firmano il primo vantaggio in casa Family ma la verve di Francesca Russo e la tripla di Di Donato ricuciono subito il gap. In questa fase Caserta ha ottime spaziature in attacco che producono tiri in ritmo e, quando possibile, ottime transizioni. Un buon impatto dalla panchina di Migliore spinge le padrone di casa avanti 19-12 alla prima pausa, col forse solo errore di aver concesso tanti liberi alle avversarie e di aver speso qualche fallo di troppo. L'ingresso di De Pasquale prova a cambiare l'incontro, con energia e punti facili. Marchetti entra in partita e riporta le sue in pista, ma Cocchiarella in entrata e Del Monaco in lay up riallargano il margine fino al 25-17. Coach Farina trova dalla panchina i centimetri e l'agilità di Diop che punisce Iuliano dal post, ma nel momento critico esce una reattiva Pastore dalla panchina che piazza 4 punti che valgono il +8 alla pausa lunga (25-33). Il vantaggio potrebbe essere più cospicuo ma qualche palla persa di troppo propiziata da Sacco riescono a tenere in pista Battipaglia, strigliata e svegliata dal suo coach nell'intervallo. Russo prende per mano la squadra dopo una fase di stallo iniziale. La sua fisicità e il suo talento escono alla distanza, Di Donato e Marchetti puniscono dagli angoli e la gara è riaperta, con la sola Petrazzuoli che di puro sacrificio è brava a buttarsi dentro, subire fallo e segnare i liberi. Al 30' è 39-38.  Il quarto periodo si apre col canestro di Cocchiarella e il passaggio alla zona 2-3. Di Donato e Nappo ringraziano gli ampi spazi concessi e lasciano partire due confetti dalla lunga distanza che girano la gara e portano in vantaggio Battipaglia. Petrazzuoli è l'ultima a mollare ed è sempre lei a subire fallo andare in lunetta e segnare. Russo però chiude la sua partita con altri 4 punti di pura voglia e sul 45-50 viene richiamata in panchina dopo aver dato tutto. Del Monaco spezza una lancia a favore delle sue, ma Sacci col jump piedi per terra sembra chiudere i giochi. Il Family, con la solita Petrazzuoli, sfrutta il bonus e si riporta sotto, Di Donato spara l'ennesima bomba che a 1' dalla fine sembra chiudere i giochi sul +6, ma 4 punti di Del Monaco e due liberi di Cocchiarella impattano a quota 57 ed è overtime. Qui il family non produce più, sale in cattedra Di Cunzolo che segna 5 dei suoi 7 punti e regala di fatto la vittoria alle sue. Non basta il cuore di Cocchiarella. Troppi errori nel prolungamento e finisce 63-67, con tanto amaro in bocca per quanto si è visto sul parquet.

Family Caserta – Pol. Battipagliese  63-67

 

Family Caserta: Barone 6, Del Monaco 12, Migliore 4, Petrazzuoli 15, Iuliano 3, Mallardo 2, Del Gaudio 4, Pastore 4, Cocchiarella 13, Natale. All. D'Angelo

Battipaglia: Nappo 5, Marchetti 8, Di Cunzolo 7, Diop 4, Di Donato 13, De Pasquale 6, Sacco 4, F.Russo 16, Chiarella 3, Guida 1. All. Farina.

Parziali: 19-12; 33-25; 39-38; 57-57

zp8497586rq