Decima giornata: i numeri del girone G

Sono 28 i gol segnati nella nona giornata, 6 vittorie casalinghe, 2 vittorie esterne ed un solo pareggio. Nel complesso i gol salgono a quota 237, con una media di 2,93 gol a partita, 38 vittorie casalinghe, 23 esterne e 20 pareggi. Turris e Sora, regine del campionato con il maggior numero di vittorie, 7 a testa, mentre il Selargius, è la squadre che ha vinto di meno, appena una vittoria per i sardi. Porto Torres e Palestrina detengono il maggior numero di pareggi, 5 a testa. Turris, unica formazione senza sconfitte e miglior attacco del girone con 18 reti all’attivo, il peggior attacco rimane quello dell’Isola Liri, appena 5 reti realizzate per i ciociari. Sora e Porto Torres sono le migliori difese, per entrambe 5 reti subite, peggiori difese invece, per Progetto Sant’Elia e Selargius, 21 gol subiti a testa. Turris con il miglior ruolino di marcia in casa, i corallini hanno conquistato 13 punti all’Amerigo Liguori, non hanno mai perso e hanno concesso un solo pareggio, l’ 1-1 col Porto Torres., mentre, la Casertana è quella che ha perso di più tra le mura amiche, con tre sconfitte subite. L’Hyria Nola ha il miglior attacco nelle gare casalinghe con 11 reti all’attivo, mentre il Sora, ha la miglior difesa, in casa ha subito un solo gol, quello dell’1-1 con la Casertana. Passando alle gare in trasferta, il Sora con 12 punti conquistati è la squadra che ha fatto più punti lontano da casa e tra l’altro è anche la squadra con il maggior numero di reti fatte in trasferta, con 11 gol. Nelle ultime 5 giornate, non è un caso che proprio le prime della classe sono le squadre che hanno totalizzato più punti, Turris 13 punti e Sora 12, mentre il Lupa Frascati, insieme ai corallini non hanno mai perso nel medesimo periodo. Budoni, insieme alla Turris, con 11 reti fatte, hanno il miglior attacco delle ultime 5 giornate, mentre la miglior difesa con tre reti subite, sono quelle di Sora e Porto Torres. Passando alle fase realizzativa, non è un caso che la Turris, con 11 reti è il miglior attacco del primo tempo, anche se in percentuale, con l’80%, c’è in testa l’Isola Liri. Invece, nel secondo tempo, il miglior attacco è quello del Budoni con 13 reti, e al secondo posto troviamo la Casertana con 11 reti. Per quanto riguarda, invece, la fase difensiva, il Progetto Sant’Elia è la squadra con la peggior difesa del primo tempo con 12 reti subite, la Casertana con 10 reti subite è al terzo posto in compagnia di Arzachena e Budoni, e dietro all’Hyria Nola con 11 reti, ma dal punto di vista percentuale, sono Budoni e Casertana, rispettivamente col 77% e 71% ad avere la peggior fase difensive del primo tempo. Nel secondo tempo, invece, la peggior difesa è quella del Cynthia con 14 reti incassate, ma col 90%, è la Torres ad avere la peggio nei secondi 45 minuti di gioco. Per quanto riguarda la Casertana, la sconfitta con l’Ostiamare è la terza subita in casa e sempre ad opera di una laziale, era accaduto alla prima di campionato con l’Isola Liri (1-2) e due domeniche fa con il Lupa Frascati (0-1). Nove presenze a testa per Salvatore Basile, Vincenzo Platone, Gennaro Esposito e Rosario Majella, Ma in fatto di minutaggio, Rosario Majella, scavalca Salvatore Basile fermo a 779 minuti, e sale a quota 798 minuti, invece, Gennaro Esposito è il giocatore che è entrato più volte in campo a gara iniziata, 7 volte su 9. Da registrare la seconda ammonizione per Palumbo e Platone, invece, prima ammonizione per Cirillo, infine, Rosario Majella ritorna in testa alla classifica marcatori dei rossblù con 6 gol, davanti a Palumbo con 5, Gennaro Esposito con 2 ed una rete a testa per Manco e Basile.