World League Superfinals: Russia batte la little Italy 16-3

La Pellegrino in Nazionale giovanile

Sono poche le notizie che trapelano dalla World League di pallanuoto femminile di Changshu (Cina). Oggi sono iniziate le SuperFinals e l’Italia classe ’93, volata in Oriente per sostituire il Setterosa di Fabio Conti ha perso contro la Russia (in formazione tipo) per 16-3 alla prima uscita. Ha giocato molto l’emozione per le ragazze di coach Paolo Zizza e delle quali fa parte anche la mancina del Volturno Maria Giovanna Pellegrino. Nell’altro incontro del girone A, dove è inserita l’Italia, vittoria larghissima anche per l’Australia. Le ‘Aussie Stingers’, infatti, hanno asfaltato il Canada per 20-4. Russia ed Australia sono prime nel minigirone con 3 punti. Nel girone della Cina, invece, gli USA (team detentore del titolo 2011) battono le padrone di casa per 10-6, confermandosi in forma olimpica. La Grecia, che non andrà alle Olimpiadi di Londra e che punta tutto sulla World League ha battuto 16-11 la Germania ed è prima nel girone B. Ricordiamo che a seconda dei piazzamenti nei gironi ci saranno gli accoppiamenti dei quarti di finali. La vittoria vale 50mila dollari per la federazione vincente e l’Italia con la nazionale giovanile cercherà di evitare l’ultimo posto, che paga solo 10mila dollari. Lo scorso anno a Tianjin, sempre in Cina, il Setterosa, pur perdendo le 3 partite del girone arrivò in finale per poi perdere con gli USA 9-7. Si replica domani, ore 10,40 italiane (ore 17,40 cinesi) con le favorite per la vittoria finale, assieme a Grecia e USA, l’Australia di Rippon e socie.