La Volalto è un carrarmato: 3-0 all’Agrigento e finale conquistata

La Volalto in azione contro Agrigento

Finale. Si avete letto bene. E’ finale. La Volalto fa sua anche gara due contro Agrigento e si qualifica per la finale play off promozione in B1. Davanti ad oltre 700 spettatori la formazione rosanero si è resa protagonista dell’ennesima entusiasmante  recita stagionale. No, non sono noiose repliche, ma ogni volta spettacoli da conservare gelosamente nel libro dei ricordi. Rispetto a gara uno, il match di stasera è stato molto più agevole. Agrigento è riuscita a rimanere in partita solamente nel primo set, poi è stato un lungo inseguire, un lungo patire lo strapotere in attacco delle casertane, ottime anche in difesa. Il viaggio continua. Cefalù, con la quale si avrebbe l’eventuale bella in casa, o Potenza dividono adesso la Volalto dal sogno B1. Per Agrigento la corsa finisce qui. Applausi, comunque, per quanto di buono fatto dalle siciliane in questa stagione. Primo set tiratissimo. Le squadre mostrano i muscoli e mettono in campo tutto il loro talento. La partita è da subito bellissima. Sino al 15-15 il set non ha padroni. Poi la Volalto piazza un break di 4-1a spezzare ogni equilibrio. Sarà l’allungo decisivo per la vittoria del set. 25-21. Campane con il piede ben premuto sull’acceleratore anche in avvio di secondo parziale. (4-1) Al primo time out tecnico la Volalto conduce 8-4.Boteva, Fattaccio e Armonia si esibiscono in proe balistiche di pregevole fattura sulle quali può ben poco la pur ottima difesa siciliana. 11-6. Al di al della rete Sannino e Pichierri provano a ricucire lo strappo, ma la difesa casertana viaggia su altissime percentuali in ricezione ed in avanti ha le sue bocche da fuoco più che ispirate. 14-6. Cerullo fa punto direttamente in battuta.(18-9), Boteva non ha più argini e inonda con le sue schiacciate la metà campo avversaria.(21-13). Agrigento non gioca male, è Caserta ad essere semplicemente perfetta. Anche il secondo set va in cassaforte. 25-15. La Volalto sente il profumo del sangue, Agrigento pare rassegnato. Il coach siciliano prova a scuotere le sue ragazze, ma i risultati ottenuti sono timidi. E’ sempre la Volalto a comandare la contesa. (8-4). Fattaccio, sempre concreta e glaciale, griffa l’11-7, un muro della Cerullo vale, poi, il 12-8.  Lombardo tiene a galla le compagne, ma l’impresa pare titanica. Un schiacciata di Armonia manda le formazioni al time out. (14-8). Agrigento si aggrappa con le unghie alla contesa, cerca eventuali appigli dove poter costruire una rimonta, non riesce a trovarli. Monfreda lascia rifiatare Gagliardi e Di Lorenzo. Al loro posto Salzillo e Del Vaglio. La Volalto controlla, Agrigento non ne ha più. Caserta prende il largo, destinazione finale. 25-16.

 

 

VOLALTO CASERTA – AKRAGAS VOLLEY AGRIGENTO 3-0

(25-21; 25-15; 25-16 )

VOLALTO: Cerullo 8, Salzillo, Attimonelli, Armonia 14, Sposito, Di Lorenzo 2, Del Vaglio, Boteva 21 , Gagliardi 4, Paioletti, Fattaccio 12, Barone. All. Monfreda

AGRIGENTO: Messina, Cossarino, Magherini 1, Gebbia,Buonfiglio,  Sannino 13,Dello Monaco 2,  Scimè, Maiello 2,Moschiero,  Lombardo 10, Pichierri 2. All. Frinzi Rossi