Il Cus Caserta non tradisce le attese e vola in finale

Il Cus Caserta centra un'altra finale

La partita contro Catania doveva essere una gara da giocare in totale relax e utile soprattutto per dare spazio a chi era stato impiegato meno: in quest’ottica non venivano convocati Vincenzo De Angelis, Generoso Scialla e Pasquale Carusone. Ed invece sin dalle prime battute si sono affrontate due compagini che sembravano volersi giocare la partita della vita. Gli etnei che avevano perso le prime due gare con un solo goal di scarto, ci tenevano a dimostrare che chi alla vigilia li indicava come sicuri protagonisti, non si era sbagliato; i casertani dal canto loro volevano chiudere il girone imbattuti ed in più potevano contare sulla “voglia matta” di chi non aveva messo ancora piede sul parquet. Quintetto casertano con Dell’Aversana, Gigliofiorito, Laurenza, Fazio e Salzillo. Pochi minuti ed arriva il primo goal: appena entrato dalla panchina Domenico Crispino batte una punizione delle sue e il portiere catanese può solo inchinarsi. Il secondo goal arriva poco dopo ed anche questo arriva “dalla panchina”. E’ Gianluca Russo ad appoggiare in rete un assist di Crispino. Firma d’autore per la terza rete: la realizza il capitano Gigliofiorito. Il Catania accorcia nel finale e si va al riposo sul 3 a 1. Nella ripresa comincia una partita diversa: Catania comincia a giocare un bel pò oltre il lecito e gli animi si scaldano. Un paio di interventi evitabili mettono a rischio le caviglie dei casertani che però rispondono con….i goal. In breve sequenza arrivano le reti di Crispino (2), Gigliofiorito e Laurenza. Catania realizza un altra rete su tiro franco ma Caserta realizza in contropiede con Salzillo (fantastica l’azione di Federico Lamonica) e Fazio le reti del definitivo 9 a 2. Oggi alle 17.45 ci sarà una semifinale storica per il Cus Caserta che sarà opposta al fortissimo Cus Bergamo.
 

 
SALZILLO: E’ facile giocare con questi ragazzi perchè tutti conoscono molto bene il calcio a 5; oggi mi sono proprio divertito!
RUSSO G.: Già venire a Messina era stato un bel regalo, giocare ed addirittura fare goal è una sensazione fantastica. Dedico la rete ai miei compagni di club ed in particolare a Pako Manco
CARDILLO: Noi che abbiamo giocato meno oggi abbiamo dimostrato che non siamo venuti a fare vacanza ma che possiamo essere utili se chiamati in causa; davanti ho un certo Gigliofiorito, quindi imparo anche guardando
LAMONICA: Che emozione giocare in questo palazzetto con questi campioni e che soddisfazione averlo fatto alla grande. Ora però dobbiamo proseguire così e vincere domani
FAZIO: Quando il mister ieri sera mi ha comunicato che oggi avrei giocato non ho dormito tutta la notte. Nel riscaldamento un compagno mi ha anche rotto il sopracciglio ma ci tenevo a giocare e ringrazio i medici che me lo hanno consentito; é andata alla grande perchè ho anche segnato