La Volalto conquista Roma e vola in semifinale

Divino Amore battuto 3-1. Ora Agrigento

La Volalto bissa il successo dell'andata

Grandissime. Anche il sacco di Roma è compiuto. E’ sempre show time in casa Volalto. La formazione rosanero bissa anche in terra laziale il successo contro il Divino Amore ed approda alle semifinali promozione. Con quello di ieri sono 14 i successi consecutivi. Roba da stropicciarsi gli occhi. Pare un sogno, per fortuna è realtà. Come prevedibile il match di ritorno è stato più duro rispetto a gara uno. Del resto, in caso di sconfitta,  le capitoline non avevano più un domani sportivo.  Lo hanno, invece, ed anche molto florido, le casertane protagoniste di una prestazione eccellente. Brave a reagire dopo un primo set un po’ incolore, risalire la corrente e controllare la contesa negli altri tre parziali. Da sottolineare le prestazioni di Gagliardi, Cerullo e Salzillo. Le ultime due entrate dalla panchina e subito capaci di imprimere la loro firma in calce sul match. Ora i play off salgono ancor più di livello con le semifinali. Cresce l’adrenalina, cresce la trance agonistica per un obiettivo incontro dopo incontro sempre più vicino.

 L’inizio è di quelli importanti per il Divino Amore. Sembra il proseguo del terzo set di Caserta. La Volalto commette molti errori in attacco e ricezione. Il muro ha vissuto momenti decisamente migliori. Così le laziali, moto aggressive portano a casa il set.25-19.

La sconfitta parziale ha il merito di ridestare le campane. Fattaccio e Armonia alzano il loro livello di gioco. Le campane prendono il largo. (20-13). Boteva e lo stesso muro continuano a soffrire. Monfreda tenta la carta Cerullo al posto della Paioletti. Al i la della rete anche le romane commettono diversi errori. Nonostante questo, però, il Divino Amore riesce a risalire sino al 18-20. Serve ancora un piccolo sforzo per completare la rimonta. La Volalto non lo consente e piazza un contro break di 5-0 che vale il set.25-18.

Simile al secondo set, anche il terzo parziale. Oramai le casertane danno netta la sensazione di comandare la contesa. Bene Armonia e Gagliardi in battuta, Boteva concreta in difesa, incredibilmente sterile in attacco. Solo 10 punti per lei.Giocano bene sia la Cerullo che Salzillo, subentrata nel finale di set alla Fattaccio alle prese con i crampi. Anche questo parziale è rosanero. 25-20

Molto più equilibrato l’ultimo set. Caserta vuole chiudere, il Divino Amore non ha fretta. Si gioca punto a punto. Salzillo tiene egregiamente il campo e, finalmente, si rivede la solita stratosferica Boteva. La bulgara prende per mano la squadra ed in un solo set mette mette a referto più punti di quanti ne aveva scritti nei tre precedenti parziali. Dall’altra parte, però, la grinta è tanta. Kranner, Ierardi e la stessa Volpe tengono in gara il Divino Amore sino al 18-18. I muri vincenti di Gagliardi e Cerullo, unite alle bordate della Boteva, e alle ottime percentuali difensive di Barone e compagne valgono, però, il break decisivo. 25-20. Giù il sipario. Applausi. Il tour non si ferma mica. Prossima tappa la Sicilia e la meravigliosa Agrigento. Lo spettacolo continua.