Il Villa Literno chiarisce la propria posizione sui fatti pre-gara

L'associazione sportiva Villa Literno Calcio comunica che la partita in programma sabato 21 aprile fra Villa Literno e Boys Caivanese è stata interrotta dal direttore di gara



patron Musto
L’associazione sportiva Villa Literno Calcio comunica che la partita in programma sabato 21 aprile fra Villa Literno e Boys Caivanese è stata interrotta dal direttore di gara al secondo minuto di gioco per la mancanza del numero minimo di calciatori in campo per la squadra ospite.
 
Prima della gara alcuni calciatori, scesi dal bus della Boys Caivanese, lamentavano di essere stati aggrediti da persone non identificabili, all’esterno dell’ impianto di gioco.
 
I dirigenti e il personale sanitario dell’Asd Villa Literno si sono immediatamente attivati per medicare uno dei tesserati della squadra ospite, che perdeva sangue dal naso, avvertendo contestualmente il personale del più vicino Pronto Soccorso.
 
Dopodiché, pur essendoci le condizioni di sicurezza per giocare, alcuni tesserati della società ospite ritenevano opportuno abbandonare l’impianto, provocando quindi l’interruzione della partita da parte dell’arbitro.
 
L’Asd Villa Literno si dissocia dagli incresciosi episodi che – stando ai racconti dei giocatori ospiti – si sono verificati all’esterno dello stadio comunale, prima della partita, ed esprime solidarietà agli amici di Caivano.
 
Totale, ferma e incondizionata condanna per qualsiasi atto di violenza è stata espressa dal Presidente Antonio Musto, dai dirigenti e da tutti i tesserati del Villa Literno Calcio, che però non accetteranno tentativi di strumentalizzazione della vicenda al fine di ottenere eventuali vantaggi sul piano sportivo.
 
Fin da ora, l’Asd Villa Literno si mette a disposizione degli inquirenti per collaborare nella ricerca dei colpevoli dell’ aggressione.
 
Allo stesso modo, l’Asd Villa Literno si mette a disposizione della Federazione, al fine di produrre tutti gli elementi utili a chiarire la dinamica dei fatti.
 
Avvertito di quanto accaduto, anche il Sindaco, a nome dell’ amministrazione comunale, ha condannato gli aggressori ed espresso la propria solidarietà ai graditi ospiti.