La Casertana riprende la rincorsa, Pastore stende il Casarano

Vittoria per 2-1 dei falchetti

La Casertana non tradisce le attese, supera 2-1 la Virtus Casarano e fa capire al Martina di non voler mollare. Risultato che non rispecchia l’andamento del match con i campani che avrebbero potuto chiudere in anticipo la pratica. Nessuna novità di formazione per Ferraro che ripropone Nuzzo al posto di Stigliano e recupera Burgos a centrocampo. Dall’altra parte a sorpresa non c’è il cannoniere Alberto Villa sostituito dal giovane Meuli. Campo ai limiti della praticabilità con grosse pozzanghere nella zona nevralgica del campo. Nei distinti presenti anche i ‘Freak Brothers’ di Terni, da sempre gemellati con i falchetti. Ospiti in campo senza troppi timori. Lo testimonia lo scambio al limite dell’area tra Aragao e Rescio con conclusione di quest’ultimo che finisce in corner. Le condizioni del campo agevolano i pugliesi che provano a sfruttare le ripartenze come al 16′ quando Aragao si invola e conclude a lato. I rossoblù, di contro, fanno fatica a uscire dal guscio e solo al 22′ si affacciano dalle parti di D’Angelo che però se la cava su Majella anticipandolo al momento del tiro. Tre minuti e la Virtus chiama in causa tre volte Roncone: prima con Meuli, poi con Aragao e Arcadio. Scampato il pericolo la Casertana trova il guizzo per sbloccare il punteggio. Dimatera mette al centro dalla sinistra, la palla attraversa tutta l’area, finisce sui piedi di Pastore che firma il primo centro personale. Non arriva la risposta salentina e dopo un minuto di recupero si torna negli spogliatoi. Al ritorno in campo Caracciolo propone Libertini al posto di Negro, ma sono sempre i padroni di casa a rendersi pericolosi con Di Ruocco che ci prova dalla sinistra ma D’Angelo fa buona guardia. La gara si accende improvvisamente. Per una spinta di Ginobili su Rescio l’arbitro accorda un calcio di rigore al Casarano. Sul dischetto si presenta Galdean che non sbaglia. Palla al centro e Pastore trova  il raddoppio facendo riesplodere il Pinto. E poco dopo Majella sfiora il tris con un diagonale deviato in corner dall’estremo difensore. Ancora Casertana vicinissima al terzo centro con Burgos che costringe agli straordinari D’Angelo e un istante dopo con Majella che in spaccata anticipa tutti ma il pallone è sul fondo. In sessanta secondi una punizione per parte: prima Arcadio che crea scompiglio in area, poi Dimatera che ci prova con un sinistro a giro senza fortuna. Entra Siclari e va subito vicino alla rete al 36′ quando si invola ma spara addosso al portiere. Il Casarano prova nuovamente su calcio piazzato con Galdean che da posizione centrale manda alto. E’ l’ultima occasione ospite e dopo quattro di recupero tutti sotto la doccia. La rincorsa continua, Casertana mercoledì a Grottaglie per allungare la serie positiva.

CASERTANA:  Roncone, Caldore, Nuzzo, Burgos, Ginobili, Di Ruocco (85′ Stigliano), Pontillo, Pastore, Dimatera (74′ Siclari), Majella. A disp: Imbimbo, Okoroji, Quinto, Sorrentino, Esposito. All. Ferraro

VISTUS CASARANO: D’Angelo, Negro (46’Libertini), Vergoni, Glerean, Sportillo, Calabro, Salvadore, Arcadio, Meuli (72′ De Giorgi), Rescio (66′ Attadia), Aragao. A dips: Di Donfrancesco, Ganci, Marra, Andreani. All. Caracciolo

ARBITRO: Xausa di Portogruaro

RETI: 30′ Pastore, 57′ Galdean (rig.), 59′ Pastore

AMMONITI: Negro, Ginobili, Di Ruocco, Pontillo

NOTE: rec. 1′ e 4′