La neve blocca il Potenza, Family ancora a riposo forzato

Intando Carla De Rosa è pronta a tornare sul parquet: "Non vedo l'ora di esordire"



Carla De Rosa

Ancora un rinvio per il Family Basket che dopo l’incontro con il G.S.A. Benevento si vede rinviata, sempre a causa dell’eccezionali nevicate di questi giorni, la partita interna con il Basilia Potenza.
Continua pertanto, il lavoro in palestra per le ragazze di coach Sacco, che ha approfittato della sosta forzata per inserire nel migliore dei modi nelle trame della squadra la rientrante Carla De Rosa, che dopo la maternità ha ripreso a lavorare in palestra e da un paio di settimane lavora regolarmente con il resto della squadra in vista dell’esordio in questo campionato.
Abbiamo incontrato il pivot di Caiazzo e gli abbiamo fatto una breve intervista:
Carla, allora inizia una nuova avventura con la formazione del presidente Narducci, quali sensazioni?
“Sono molto felice del mio approdo in casa Family, era già da tempo che io e il presidente, amico di vecchia data, ne parlavamo ed è stato molto facile per me accettare di lavorare con questa società giovane ma che ha già raggiunto ottimi risultati e che spero ne raggiungerà anche altri nel futuro prossimo, le prime sensazioni sono quindi molto positive”
Come trovi la formazione guidata da coach Riccardo Sacco?
“In estate sapevo che nella formazione allestita per il primo campionato nazionale del Family avrei ritrovato Marcella Pasquariello ed Ester Sole con cui ho già giocato, mentre il resto del roster sarebbe stato composto interamente da ragazze giovani di prospetto e devo dire che subito mi son trovato bene si lavora con molta intensità in allenamento e il gruppo è molto compatto e in sintonia, insomma un buon mix di esperienza e gioventù che fa ben sperare per il futuro”
Ti senti pronta per l’imminente esordio?
“Sto lavorando molto per recuperare, infatti alcune settimane dopo  la nascita del mio primogenito ho subito iniziato il lavoro in palestra per recuperare un po’ il tono muscolare, una volta ottenuto l’ok dal medico sportivo ho rimesso piede in campo, che era la cosa che più mi mancava, per lavorare con il resto del gruppo, ho ancora tanto da fare per recuperare soprattutto sul piano fisico, se vogliamo dare delle cifre diciamo che sono ancora al 40% delle mie reali potenzialità, ma la voglia di scendere in campo e sentire l’odore del parquet è davvero tanta che sto insistendo con il coach per giocare”
Cosa ti aspetti da questa nuova avventura?
“Quest’anno per me, come credo per il team, sarà un anno di assestamento, l’obiettivo è rimanere in questo campionato e di migliorare quanto più possibile in vista del prossimo anno dove il gruppo formatosi saprà sicuramente dare delle soddisfazioni alla società che ho trovato molto appassionata e preparata e che sta lavorando molto bene nonostante le innumerevoli difficoltà sia logistiche che economiche presentatesi quest’anno”