La Volalto sorride al tie-break

Battuta 3-2 la formazione di Casoli



Carmen Gagliardi

Vince la Volalto, ma che sofferenza.  Solo al termine di cinque tiratissimi set, la formazione di coach Monfreda è riuscita ad avere la meglio di un ostico Casoli centrando, così, il suo quarto successo consecutivo. Partita dura che le rosanero hanno giocato per tutta la sua durata inseguendo le caparbie rivali. A differenza di quanto avveniva nel recente passato, però, stavolta le casertane non hanno perso la bussola riuscendo sempre a ritornare sulle abruzzesi e a chiudere la contesa nel quinto tiratissimo tie-break. Va bene così. La corsa continua. Partita di gran livello per la Boteva che ha scritto 28 punti a referto, con lei Fattaccio e Armonia. Ottima, al di la della rete, la partita di Carlozzi e del neo acquisto Belfiglio. La schiacciatrice di mano, che aveva cominciato la stagione in B1 a Bari, ha saputo letteralmente trasformare la squadra, dimostrandosi validissima alternativa al gioco di attacco delle abruzzesi.  Sospetti che non si sarebbe trattato di una partita semplice ve ne erano, il campo lo ha dimostrato subito in pieno. Il primo set vede Casoli in gran spolvero. Attacco, difesa, ricezione, muro, funziona tutto tra le abruzzesi, ben poco tra le volaltine dove solo Boteva cerca di dare una sterzata alla gara. Caserta recupera ben sette punti di svantaggio, ma non sono sufficienti a far proprio il set che, infatti, va al Casoli. 25-23. Il secondo parziale racconta tutta un’altra storia. Le campane entrano definitivamente nel match. Armonia e Fattaccio cominciano ad essere decisive, il muro gira a dovere. Il set è della Volalto. 25-17. La partita è godibile. La vittoria è tremendamente importante per entrambe le formazioni. Grande equilibrio nel terzo set.  Caserta pare poter incanalarlo a suo favore. Sul 18-17, però, va via la luce tra le rosanero. Arriva il break di 6-0 per Casoli che così si presenta sul rettilineo finale avanti 23-18. Vantaggio sufficiente a chiudere il set sul 25-21. Il quarto parziale è la fotocopia del precedente. Grande equilibrio con le campane sempre avanti di qualche punto. Stavolta, però, la luce tra le rosanero rimane ben accesa ed il set è della Volalto. 25-19. Si va al tie break . Non sono ammessi cali di tensione. Le casertane accelerano, vogliono evitare sorprese. Al cambio campo Fattaccio e compagne girano sull’8-4, poi divenuto14-10. Un sussulto di Casoli allunga il parziale, ma è oramai tempo dei titoli di coda. Vince la Volalto 15-12.

“Abbiamo sofferto – ammette la Carmen Gagliardi – ma siamo state brave a far comunque nostro il match. Casoli, rispetto alla squadra vista in Coppa  si è rinforzata con la Belfiglio, giocatrice nettamente di categoria superiore ed aveva, inoltre,  motivazioni decisamente più concrete. Solo guardando la classifica si poteva erroneamente pensare ad un match semplice – conclude  la centrale  – Le squadre in lotta per non retrocedere affrontano ogni partita come una finale e, soprattutto, in casa loro non sarà agevole per nessuno poter vincere. Noi ci siamo riuscite e per questo siamo contente”. Come dire, un bel regalo per la volaltina che lunedì 23 ha festeggiato il suo compleanno.