Un ottimo Volturno sconfitto dalla stellare Pro Recco 12-10

Gialloverdi indomite, ma imprecise in una gara combattuta fino alla fine. Pesano i 4 rigori assegnati alle liguri. Napolitano soddisfatto della prestazione



Il Volturno ha contenuto piuttosto bene il Recco

Buonissima prestazione del Volturno contro la Pro Recco, fresca vincitrice della Supercoppa Europea, per 12-10 al termine di una gara sempre in equilibrio, ma con le più esperte reccheline a rintuzzare i ritorni gialloverdi. Pesano sull’economia della gara il gol del 4-2 sulla sirena del primo quarto, dopo 2 superiorità non sfruttate dal Volturno e il 4/12 con ‘l’uomo in più’ a fronte del 6/9 delle liguri. Buonissime le prove di Starace, Valkai e Guillet, ma anche di Pellegrino, che finalmente si è sbloccata, Masciandaro e Ciccariello (sacrificatesi entrambi in difesa sul centro) e uscite per limiti di falli. Tra le liguri grande continuità delle cecchine Bianconi (4, 2 rigori) e Kisteleki (3, 1 rigore). A segno anche l’ex gialloverde Simona Abbate su 5metri.

LA GARA – Il primo vantaggio è del Recco con Roberta Bianconi (sempre più capocannoniere della A1), ma il Volturno con le ‘stelle’ Valkai e Starace ribaltano, prima delle due reti di Bianconi (5metri) e Kisteleki. Due possessi in superiorità buttati al vento per il vOlturno e 4-2 che arriva a fil di sirena. Prima occasione persa. Cotti in avvio di seconda frazione fa 5-2, ma la Starace riesce a trovare la via del gol. Il talento puro della Queirolo colpisce ancora, prima del sigillo di Dora Kisteleki (7-3). La Guillet non ci sta e riaccorcia  in superiorità (7-4). Dopo il cambio vasca il Volturno è più accorto sia in attacco che in difesa e il parziale sorride al team gialloverde. Pellegrino va in rete in superiorità, Begin ristabilisce le distanze, prima del terzo acuto firmato Daria Starace (ancora tre reti per lei e bomber della squadra). L’ultimo quarto è gestito dalla Pro Recco, ma il risultato è di 4-4. Bianconi apre le marcature, Valkai risponde, poi il terzo rigore per le raccheline. Simona Abbate batte Ventriglia per il classico gol dell’ex, lei che è cresciuta tra le fila gialloverdi. Ancora Recco con Kisteleki per l’11-7. Sembra fatta, ma il Volturno piazza un break con la francese Guillet, ancora una volta molto positiva e con il gioiellino Pellegrino. Masciandaro e Ciccariello escono per limiti di falli e Bianconi è fredda su penalty. L’ultimo sussulto è di marca sammaritana con la tripletta di Bozse Valkai (12-10).



GMG Pro Recco-Volturno SC 12-10 ( 4-2, 3-2, 1-2, 4-4)
GMG Pro Recco: Gigli, Abbate 1 (1 r), Cotti 1, Kisteleki 3 (1 r), Queirolo 2, Cordaro, Maggi, Begin 1, De Benigno, Rambaldi, Bianconi 4 (2 r), Frassinetti, Stasi. All. Tempestini.
Volturno SC: Ventriglia, Valkai 3, Guillet 2, Starace 3, Giuliani, Pellegrino 2, De Simone, Ciampichetti, Di Monaco, Masciandaro, Ciccariello, Anastasio, Stellato. All. Napolitano.
Arbitri: Baglietto e Rovida.
Note: Uscite per limite di falli Masciandaro (V) e Ciccariello (V) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Recco 6/9 +4 rigori, Volturno 4/12. Spettatori 100 circa.

Coach Napolitano a fine gara è soddisfatto: “Venire qui e riprenderci mentalmente dalla sconfitta con l’Ortigia era impresa ardua. Non speravamo nel colpaccio, ma abbiamo dato tutto e le ragazze hanno giocato molto bene. Purtroppo non siamo perfetti ed abbiamo pagato in esperienza. Ho ritrovato Starace e Valkai su ottimi livelli, così come la Pellegrino che aveva avuto qualche passaggio a vuoto. In difesa abbiamo retto egregiamente con un grande lavoro di Masciandaro e Ciccariello sul centro. Alla fine è stata una bella partita, ma ci resta qualche rimpianto per non aver sfruttato le occasioni cruciali capitate sulle nostre mani. Sono ancora più convinto del potenziale di queste ragazze. Per me era importante recuperarle mentalmente dopo una settimana difficile e credo che siamo riusciti nell’intento, anche se non portiamo di nuovo a casa nessun punto”.