Volturno beffato, prima vittoria stagionale per l’Ortigia

Le gialloblù di coach Napolitano perdono in casa 12-13 contro le siciliane al termine di una partita cominciata bene e finita molto male, con errori sia in attacco che in difesa che hanno favorito le avversarie.



Daria Starace, ex di turno e 3 gol per lei

Occasione sprecata per il Volturno che perde in casa di misura contro l’Ortigia Siracusa per 13-12. Una seconda parte di gara da dimenticare per le gialloverdi che sbagliano troppo sottoporta consentendo alle avversarie di recuperare dal 9-6. Troppi errori per le ragazze di coach Napolitano sia in attacco, ma anche in difesa contro un avversario onestamente poco pericoloso che però ha avuto il merito di mantenere i nervi saldi negli ultimi minuti di gara, quello, cioè, che le padrone di casa non sono riuscite a fare, poichè senza Pellegrino, Giuliani e Valkai uscite anzitempo per limiti di falli gravi. Tranchina, espulso, si gode la vittorie delle sue atlete e per la prima volta in stagione l’Ortigia esce dalla zona retrocessione ed ora è quart’ultima.

LA GARA- Si comincia con un minuto di raccoglimento per le vittime dell’alluvione di Genova con il Volturno subito in avanti. Le prime azioni sono cervellotiche e si capisce che sarà una gara ricca di tensione per le ‘Spartane’. A sbloccare, però, ci pensa Vanessa De Simone, dopo qualche controfallo fischiato da Alfi e Calabrò alle ospiti. L’Ortigia non ci sta e pareggia con Valentina Ayale, prima del vantaggio grazie a Iuppa che beffa una specie di palomba il portiere locale Ventriglia. Le gialloverdi tornano poi in vantaggio grazie all’ex Giuliani che sfrutta bene la superiorità e ad un bolide di Ciccariello sul quale non può nulla Ignaccolo. Nel secondo tempo c’è un festival del gol (6-5 di parziale per il Volturno). Valkai in superiorità e all’altra ex Starace che piega le mani ad Ignaccolo (5-2). Le siracusane sfruttano 2 superiorità numeriche di fila con Ayale e capitan Cassone, ma De Simone ristabilisce le distanze su rigore (procurato da Giuliani). Vitaliti riaccorcia, ma ancora la De Simone porta sul 7-5 il Volturno che poi allunga con Starace al primo secondo di ‘uomo in più’ . Aniko Pelle batte Ventriglia su tiro di rigore e Starace schiaccia in rete sempre in superiorità (Volturno fin qui perfetto nelle situazioni di vantaggio numerico 4/4 +1 rigore). Le gialloverdi sprecano tanto e perdono Pellegrino per limite di espulsioni e a 57″ dalla sirena del cambio vasca la Pelle sfrutta da fuori la superiorità. A questo punto si spegne la luce nel Volturno con scelte di tiro azzardate ed errori incredibili in controfuga, ma il collettivo non gira. Sul 9-7 la Pelle porta a -1 le sue compagne su rigore, spiazzando Ventriglia, ma la Ignaccolo non blocca un tiro della Guillet da posizione 2 (10-8). Ci pensano poi Murè, l”ungherese Pelle  che segna ancora su rigore e poco dopo Noemi Vitaliti con l’uomo in più a completare rimonta prima e sorpasso poi (10-11). Masciandaro non ci sta e trova l’angolo giusto dalla distanza. E’ pari. L’ultimo tempo è assurdo. Napolitano si sbraccia, ma la Dursi si sveglia e punisce il Volturno. Giuliani prima e Valkai poi abbandonano la gara per falli gravi e le cose si complicano non poco. Ancora Dursi in superiorità, 6/12 per le siciliane. Ancora capitan Masciandaro a 3’34” dal termine dalla distanza trova il giusto spiralgio (palo-gol), ma il pareggio non si concretizza: tre occasioni (una superiorità e 2 uno contro zero) per il Volturno si infrangono contro la traversa e la Ignaccolo e 15″ dal termine l’Ortigia tiene palla e può festeggiare la vittoria, la prima stagionale, sorpassando proprio il Volturno in classifica. Un vero peccato per le sammaritane.



Volturno SC-IGM Ortigia 12-13

(3-2, 6-5, 2-4, 1-2)

Volturno SC: Ventriglia, Valkai 1, Guillet 1, Starace 3, Giuliani 1, Pellegrino, De Simone 3 (1 rig.), Ciampichetti, Di Monaco, Masciandaro 2, Ciccariello 1, Anastasio, Stellato. All. Napolitano.
Igm Ortigia: Ignaccolo, Vitaliti 2, Cassone 1, Avola, Fagioli, Iuppa 1, Dursi 2, Murè 1, Pelle 4 (3 rig.), Ayale 2, Giancristofaro. All. Tranchina.
Arbitri Alfi e Calabrò
Note: Osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime dell’alluvione che ha colpito la Liguria. Uscite per limite di falli Pellegrino (V) nel secondo tempo, Giuliani (V) e Valkai (V) nel quarto. Espulso per proteste Tranchina (All. O) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Volturno 4/8 + 1 rigore segnato, Ortigia 6/12 + 3 rigori segnati. Spettatori 150 circa. Sprint 4-0 Volturno.

Un'azione del match di oggi