Volalto all’esame Acqua Amata Turi

Dopo il successo all'esordio contro il Livi le casertane cercano conferme



<p>Milena Boteva</p>

Per mantenere l’imbattibilità, per confermare le piacevoli sensazioni di questo avvio di stagione, per continuare a crescere, per capire quanto si può crescere. Con questi propositi la Volalto prepara lo sbarco a Bari dove sabato pomeriggio con inizio alle 18,30 affronterà le atlete dell’Acqua Amata Turi. “Avendo giocato sempre in campionati di categoria superiore francamente conosco poco la maggior parte delle nostre rivali – queste le parole di Milena Boteva che, però, aggiunge – questo non vuol dire che le snobberemo, assolutamente. Dobbiamo giocare come sappiamo e fatto in occasione dei vittoriosi match di Coppa e quando abbiamo battuto il Livi all’esordio. Io sono pronta, è il mio mestiere. Darò sempre il massimo per il bene della mia squadra”. Conquistata la permanenza in B2 grazie ad un bel finale di stagione, il sestetto pugliese  non ha cominciato nel migliore dei modi la sua nuova avventura tra le cadette. All’esordio, infatti, il Turi è stato sconfitto sul campo dell’Isernia. Domani debutterà di fronte al pubblico amico su di un cmapo che conosce  a memoria e probabilmente la musica sarà diversa. In panchina siede coach Moramarco. Mavi Raguso è la palleggiatrice, Alejandra Rodriguez  è òìattaccante posto 2, Palma Monitillo e Stefania Topputi da posto 4, Ana Branco e Silvia Renna da posto 3 , Barbara Boccuzzi libero. Nessun problema di formazione per Monfreda che avrà tutte le ragazze a disposizione. Due trasferte consecutive, quindi, Bari e Vasto. Le pirate rosanero sono pronte ad assaltare le imbarcazioni nemiche. L’anno scorso seppero rimanere imbattute per l’intero girone di andata. Il bis è gradito. “Ci proviamo – conclude la Boteva –  sappiamo di essere una buona squadra, l’intesa migliora di giorno in giorno. Andiamo in campo e vediamo cosa succede”.