Nel girone H spicca il derby Martina-Brindisi

Mister Boccolini del Brindisi

La giornata – settima del Girone di andata- avrà il consueto prologo al sabato: a Piscinola arriva l’A.C. Oppido Lucano. E’ l’occasione per i partenopei per smaltire le “tossine”: non solo la sconfitta ma soprattutto le (presunte) minacce ricevute a Martina. Il tecnico di casa  avrà a disposizione anche il portiere Luigi Mennella giunto in settimana dall’Andria. Restiamo in Campania per uno dei due big match: la capolista Ischia, reduce da quattro vittorie di fila, affronta al “Mazzella” la Turris. I corallini sembrano aver trovato finalmente la quadra: due vittorie in tre giorni (Sarnese in campionato e Casertana in Coppa) e i ragazzi di Liquidato – un roster di tutto rispetto, non dimentichiamolo- affronteranno gli isolani maggiormente consci delle proprie potenzialità: una gara tutta da vedere. Il Nardò, l’unica imbattuta dell’intero Girone, cercherà di approfittare degli scontri diretti, per balzare al primo posto: di fronte però i leccesi avranno l’Internapoli “ammazzagrandi” reduce dallo stop inflitto all’ex capolista: non sarà una passeggiata per il Nardò, anzi! Gara molto delicata a Sarno: c’è chi ha parlato, senza mezzi termini, di ultima spiaggia per l’Allenatore Pirozzi. Di certo c’è che è giunto Alfonso Pepe nelle vesti di DS: basterà per “quietare” la piazza e soprattutto per battere una Casertana in forte crescita? Il Francavilla –ridimensionato dopo l’exploit iniziale- cerca a Gaeta la propria identità ma i laziali son in crisi di gioco e risultati (4 sconfitte in sei gare): esonerato Casu sarebbe giunto Felice Melchionna. Il condizionale è d’obbligo perché non vi sono comunicati ufficiali sebbene avrebbe già diretto l’allenamento: “misteri” che però son sintomatici della situazione del calcio Gaetano. Viribus – Real Nocera è gara dei “bassifondi” della classifica e non è inverosimile pensare ad una spartizione della posta per non farsi male a vicenda, mentre a Trani sono decisi a raggiungere la prima vittoria interna: giunge il Grottaglie coi suoi 5 punticini ed un po’ di “maretta” nell’ambiente societario. La Virtus Casarano vuole restare ai piani alti: è probabile che cercheranno il colpaccio a Matera dove, come è noto, una parte della tifoseria non accetta la nuova Società (Irsinese Matera) come la squadra della città. Infine Martina-Brindisi: abbiamo letto ed ascoltato dichiarazioni di tutti i tipi, incluse quelle un po’ accese e colorite dei tifosi ma quanto ha affermato un calciatore (taciamo sul nome e la squadra) –“sputeremo il sangue, saremo aggressivi sin alla fine” ed altre dello stesso tenore- ci han lasciato sconcertati. Speriamo che il campo ed il buon senso cancellino queste uscite veramente infelici. Nel Brindisi non ci sarà Capitan Taurino: con la Viribus ha subito un infortunio che lo terrà a lungo fuori. Ma Boccolini saprà bene scegliere il sostituto e l’undici giusto per affrontare l’ambiziosissimo Martina. Non a caso ha vinto ben otto campionati di Serie D. Alla prossima!