Volturno ko all’esordio col Plebiscito



Il Volturno prima della partenza per Padova

Esordio con sconfitta in quel di Padova per il nuovo Volturno, ma niente drammi. Il risultato di 13-9, maturato com’è maturato non desta allarmi di chissà quali proporzioni in casa gialloverde. Le ‘Spartane’ sono in ritardo di condizione e lo si sapeva e con 3 elementi nuovi e 20 giorni di preparazione non si poteva chiedere di più (forse solo in superiorità numerica -13- si poteva andare a segno di più). Il Plebiscito, squadra forte, navigata e soprattutto molto rodata, è stato sempre avanti ed ha trovato Laura Barzon e Luci in gran spolvero (3 reti a testa). Per il Volturno ben 8 giocatrici diverse in gol (Valkai top scorer con 2 reti). Nel primo quarto l’emozione blocca un po’ le sammaritane e le venete si impongono 4-2. A segno Ilaria e Martina Savioli, Rocco e Bosello. Per il Volturno a segno l’esordiente (sia in gialloverde che in A1) Ciccariello che bagna l’esordio con gol e la De Simone, sempre preziosa. Secondo tempo, invece, più equilibrato, ma sempre con le sammaritane costrette ad inseguire. Barzon e doppietta di Luci le reti del Plebiscito; Valkai e Giuliani per le ospiti. Napolitano dà molte direttive alle sue giocatrici che producono tanto ed ottengono poco e le patavine allungano dopo il cambio vasca sul 9-4 (Barzon e Luci). Il Volturno si toglie la soddisfazione di vincere l’ultimo quarto per 5-4, attaccando tanto e guadagnando 2 rigori. Valkai, Guillet su penalty (anche lei in rete all’esordio in Italia), Starace, Pellegrino (sempre su rigore) e Masciandaro vanno a referto prima dell’ultima sirena. Per il Padova Barzon, Martina Savioli, Gibellini e ancora Bosello. Uno dei classici della pallanuoto italica in rosa finisce con il fattore campo (nonchè esperienza) rispettato offrendoci una compagine, quella ci coach Cobalchin, sui suoi standard abituali, anche se alcune volte in affanno in difesa e un Volturno che mostra dei margini di miglioramento sia di condizione che di tattica. L’importante adesso è non deprimersi, dato che negli ultimi due anni sono arrivate 31 vittorie su 32 incontri. La Serie A1 è un’altra cosa e già mettere paura al Padova è stato un successo.

Beauty Star Plebiscito Padova   13



Volturno S.C.                                     9

(4-2, 3-2, 2-0, 4-5)

Plebiscito PD: Teani, Barzon 3 (1r), Savioli I. 1, Dario, Savioli M. 2, Sganzerla, Gibellini 1, Luci 3, Rocco 1, Bosello 2, Barbazza, Lascialandà. All. Cobalchin

Volturno: Ventriglia, Valkai 2, Guillet 1 (1r), Starace 1, Giuliani 1, Pellegrino 1 (1r), De Simone 1, Ciampichetti, Masciandaro 1, Ciccariello 1, Anastasio, Stellato. All. Napolitano

Arbitri: Bianco e Iometti

Note: uscite per limite di falli Bosello (P), Lascialandà (P) e Masciandaro (V) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Beauty Star Plebiscito 3/6, Volturno 4/11.