Canada facile su Cuba, poco lavoro per Doornekamp

Doornekamp contro Pineiro

Basta solo un quarto al Canada per mandare in archivio la pratica Cuba e centrare, almeno per ora, il pass per la seconda fase (passano quattro squadre su cinque dei due gironi). Tutto troppo facile per la compagine di Rautins che ritrova un attacco incisivo al cospetto della banda del Caribe che si è confermata la vera compagine materasso del girone. Una vittoria fondamentale in una partita giocata nell’insolito orario delle 11.30 argentine. Poco lavoro per Aaron Doornekamp: sfruttando la differenza netta sul parquet, coach Rautins ha preferito non spremere il bianconero che, infatti, ha giocato solo 13′ rispetto ai 30′ di media delle prime due gare contro Brasile e Repubblica Dominicana.

LA CRONACA DEL MATCH

La partita all’Islas Malvinas di Mar del Plata dura esattamente 10 minuti: tanto basta al Canada per accumulare un rassicurante vantaggio e spegnere, sul nascere, ogni tipo di speranza cubana. Pronti via ed i nordamericani scappano via coi punti di Anthony e English. Cuba va immediatamente sotto nel punteggio in doppia cifra e cerca di restare in scia grazie all’ispirato Polas. Dopo la solita bomba di Rautins si arriva anche sul +20 e cominciano le rotazioni. La partita, di fatto, è ampiamente chiusa all’intervallo lungo. Coach Rautins risparmia i titolari e regala parecchi minuti alle riserve: su tutti si ergono l’ex teramano Young e Shepherd (miglior realizzatore dei canadesi nella sfida). Si abbassano, ovviamente, le percentuali dei nordamericani ed i cubani rientrano anche sul -10. A questo punto basta una nuova spallata coi titolari per mandare in archivio la partita all’inizio della quarta frazione. Finisce col Canada che manda a canestro tutti i suoi effetti, segnale tangibile del grande risparmio energetico attuato da coach Rautins contro la cenerentola del raggruppamento. Per il bianconero Doornekamp una giornata, quasi, di riposo: solo 13 minuti in campo con 4 punti a referto (2/2 da 2), 1 rimbalzo, 3 assist ed un recupero.
Nell’altra partita del girone, la Repubblica Dominicana sorprende il Brasile e, dunque, la classifica si fa quantomai interessante anche per il Canada: Repubblica Dominicana avanti con 3-1, a seguire Brasile e Canada con 2-1, chiudono Venezuela con 1-2 e Cuba a 0-3.

CANADA – CUBA    84-62

CANADA: Rautins 9, Anderson 11, English 8, Shepherd 13, Doornekamp 4, Brown 3, Anthony 7, Kendall 4, Young 9, Olynyk 5, Joseph 7, Ferguson 4. All. Rautins.
CUBA: Mestre Mencia, Pineiro 13, Richardson 2, Rodriguez, Polas 14, Valdez 4, Batista, Jaca ne, Haiti 6, Perez 12, Torres 11, Ramos. All. Amarillo.
PARZIALI: 22-7, 38-20, 54-40