Il Clan saluta i suoi tifosi con una vittoria

 

La spettacolare meta di Gianluca Munno

Vittoria schiacciante del Clan Santa Maria Capua Vetere nell’ultima gara casalinga della stagione regolare, valevole per la ventesima giornata del campionato di Serie C di rugby. Il Torre del Greco, volenteroso in avvio, dopo essersi portato in vantaggio con una punizione esce sconfitto dal ‘Francesco Casino’ con un passivo di 43-8 (7 mete ad una). I sammaritani l’avevano preparata bene la gara con mister Paolisso che venerdì ha organizzato una visita guidata ad Anfiteatro e Mitreo con la squadra e dopo aver pranzato  ed aver fatto l’allenamento solito ha fatto campeggiare i ragazzi sul campo con le tende proprio per cementare ancora di più il gruppo. Questa partita di fatto chiude i giochi nel campionato con 2 gare ancora da giocare e 8 punti di vantaggio sul Salerno (82 contro 74) ed è stata preparata anche dalla società e da tutti i tesserati con musica, palloncini, tanto tifo e terzo tempo sontuoso, tanto che è diventata una festa al fischio finale dell’arbitro. Con i giocatori commossi a festeggiare sotto la tribuna quasi gremita. Paolisso ritrova Gravino, ma deve fare a meno di Ciarmiello, Busico, Di Tella e Cosenza. Rientrano, invece, Catanese e Russo. Parte bene il Torre che dopo aver respinto qualche attacco gialloblù sfrutta al meglio una punizione al 15’ e si porta sul 3-0. I ragazzi di Paolisso carburano e mantengono la calma trovando la prima meta al 26’con Ferdinando Regna che sfonda la linea difensiva in prossimità della linea di meta e schiaccia ‘in the box’ l’ovale. E’ bravo, poi, Alessio Villano a centrare la trasformazione (7-3). Al 36’ lo stesso Alessio Villano decide di finire la fase d’attacco e deposita il pallone in meta e successivamente trasforma la realizzazione per il 14-3. Il Clan è assolutamente padrone del campo e trova la meta nel recupero del primo tempo con il solito Munno che con una serie di finte elude tutti i difensori e si tuffa tutto solo in mezzo ai pali. A questo punto è facile e centrale la trasformazione per Alessio Villano (21-3).

Alessio Villano trasforma la prima meta segnata da Regna

Nella ripresa il cronometro non arriva neanche al primo minuto e arriva la meta del bonus. Grande lavoro di capitan Leonelli che attira su di sé gli avversari e lascia il pallone nelle mani di Catanese che battezza il suo rientro con una meta. Alessio Villano è ancora glaciale nel trasformare per il 28-3 per i 280 spettatori in visibilio. Al 52’ De Luca recupera un pallone vagante e lo dà a Paolo Villano nel prosieguo dell’azione l’apertura sammaritana riprende l’ovale e col sostegno dei compagni schiaccia l’ovale in meta, ma stavolta Alessio Villano non è fortunato e sfiora soltanto il secondo palo (33-3). Esce De Luca ed entra Russo a due mesi dal problema alla coscia, in precedenza altri cambi per Paolisso che fa giocare tutti gli effettivi). Il Torre del Greco piazza un break al 56’ con il tallonatore Di Donna che sfrutta un’indecisione della difesa sammaritana e realizza la meta per i corallini. La trasformazione tocca il palo e non va (33-8). Il Clan vuole chiudere in bellezza la stagione regolare davanti al proprio pubblico e al 75’ è Paolo Villano a finalizzare l’ennesima azione corale gialloblù, la trasformazione di Alessio Villano non va da posizione defilata. Al 79’ è invece Giany Bozna ad andare a referto su un buon intercetto, Alessio Villano di proposito decide di non infierire calciando la palla sul fondo campo (43-8). L’arbitro fischia e sugli spalti si alza il grido: “Ce ne andiamo in Serie B”. I play-off sono davvero ad un passo, ora che si è risolto anche la questione dei concentramenti Under14 a cui la società doveva partecipare per avere l’idoneità della Federazione campana per la post-season.

I festeggiamenti della squadra a fine gara