L’Aversa ci mette il cuore, il Brindisi si prende i tre punti

Gaetano Grieco già a quota tre (aversacalcio.it)

Il calcio è proprio crudele. Se n’è accorta l’Aversa Normanna battuta 2-1 da un Brindisi cinico e fortunato che rimane a punteggio pieno. Ci si è messo anche Bietoloni di Firenze che non convalida un gol regolarissimo e primo ko stagionale. Partenza incoraggiante dei granata che vanno vicini alla marcatura con Prisco bravo a raccogliere una palla vagante in area ma il suo tiro si perde sul fondo. Al primo affondo pugliesi in vantaggio con Moscelli che vince il duello di forza con Mattera, scivola ma da terra beffa Pettinari. Il gol non abbatte i locali che provano con Prisco la cui rovesciata finisce sul fondo. L’attacco di Florimbi colpisce nuovamente al 18’ con Alessandrì che dalla sinistra serve Ceccarelli e il capocannoniere del girone firma il quarto centro stagionale. Spinta dal pubblico la compagine di Ferazzoli continua ad attaccare alla ricerca di un gol che riaprirebbe la contesa. Arini prima e Palumbo poi impegnano Marconato che si supera in chiusura di tempo su un destro violentissimo di Massimo. Nella ripresa dentro Pisani e Petagine per dare maggiore spinta e l’assedio inizia subito. Prima è la traversa a ribattere una conclusione di Prisco, poi Grieco si vede deviare in corner un tiro dal limite. Al minuto 21’ l’episodio che riaccende la gara. Angolo di Petagine, stacca Martone e la palla con l’aiuto del montante finisce in porta, il portiere smanaccia e l’arbitro non convalida. Ma l’azione prosegue con Arini che viene trattenuto in area procurandosi così un calcio di rigore. Dal dischetto Grieco fa centro. I brindisini appaiono in difficoltà, si gioca ad una porta sola e serve tutta la bravura dell’estremo difensore Marconato per evitare il 2-2. Prima sceglie bene il tempo su Pisani poi devia in corner una precisa punizione di Grieco. In pieno recupero doppia chance per la Normanna. Destro di Arini a lato e altro piazzato di Grieco che pecca però di precisione. Finisce con gli applausi meritati ad una squadra che può solo migliorare.