Mondragone pazzo del San Pio

Pochi avrebbero scommesso ad agosto  un euro su questo campionato strepitoso dei leoni di mister Onorato capace di regalare un progetto vincente sfornando giovani di valore che attirano l’interesse di tanti addetti ai lavori. 64 motivi per sorridere: dilaga il fenomeno San Pio ovunque. Se ne parla nei bar, nei ritrovi storici. Il giorno dopo la conquista del matematico secondo posto (dei 4 gironi)in citta’si e’ consapevoli che manca poco per il salto in paradiso. Nei play off vince chi ha più cuore, grinta e nervi saldi. Sabato prima della gara contro il Lacco Ameno foto simbolica squadra-tifosi. Recitava un antico detto popolare: ”Chi beve l’acqua di Mondragone diventa più forte di un leone”. Vedere in campo i leoni domiziani e’un inno al bel calcio,allo spettacolo garantito. I tifosi del San Pio hanno cuore, fede e passione e hanno il merito di aver creato un grande famiglia in simbiosi con giocatori,tecnico e societa’. Sono encomiabili sempre seguendo la squadra ovunque. Da elogiare il loro comportamento dopo le trasferte di Capua e Alvignano: sono stati i primi a incoraggiare i ragazzi e a invitarli a non demordere mai perche’il campionato di Promozione e’ difficoltoso. I tifosi del San Pio amano la squadra come pochi, meravigliosi  2 settimane fa quando hanno provveduto a riorganizzare uno stanzino disordinato trasformandolo ora in un perfetto bunker ove riporre ordinatamente tutte le attrezzature di cui necessita la squadra(armadi per scarpe, divise e necessaire per l’allenamento).Il connubio tifosi-squadra fa sognare un’intera cittadinanza. Il sogno del San Pio continua..

Mario Fantaccione