Andria-Marcianise: le statistiche

Il Real Marcianise domenica farà visita all’Andria Bat. Sfida delicatissima allo stadio ‘Degli Ulivi’ dove in palio ci sono tre punti importanti per entrambe le compagini. Sarà il quarto confronto in terra pugliese con un bilancio in perfetta parità. Un successo esterno (1-2 nel 2005-2006) 1-0 nella stagione successiva e incredibile 2-2 nei minuti di recupero firmato da Gaetano Poziello. Al termine di quel torneo 2007-2008 i campani ottennero dopo i playoff la promozione in serie C1. Il totale vede una supremazia gialloverde con quattro vittorie, due pareggi e una sola sconfitta. Precedenti a cui (ovviamente) i biancoblù non danno molta importanza. Meglio concentrarsi sul presente e su una classifica che sorride ai ragazzi di Papagni. Due punti in più frutto di otto vittorie, undici pareggi e dieci sconfitte. Sette casalinghe contro club di alta fascia (Cosenza, Portogruaro, Taranto, Rimini e Lanciano fino a qualche settimana fa).Due stop interni (Ternana e Foggia). Dall’altra parte sei exploit lontano dal ‘Progreditur’ lasciano ben sperare. 1,21 punti a gara per Sy e compagnia. Praticamente gli stessi numeri degli avversari che hanno una sconfitta in più e un punto di penalizzazione per inadempienze fiscali. L’attacco ospite è più prolifico (33 contro i 27), leggermente meglio invece la difesa di casa con 32 gol incassati a fronte dei 34. Davanti il pubblico amico l’Andria ha ottenuto 26 su 42 punti disponibili. Il Marcianise invece 16 su 42. Occhio al recupero poiché gli andriesi sono al terzo posto con ben cinque realizzazioni in zona ‘cesarini’ (tre nel primo tempo e due nella ripresa). I casertani occupano addirittura il secondo gradino del podio (al primo c’è il Potenza) con ben cinque gol subiti. Galizia e soci dovranno fare molta attenzione nei primi minuti dal momento che i leoni sono andati a referto per ben sei volte negli iniziali 15’. Discorso simile per le reti incassate (5), mentre ad inizio ripresa gli avversari sono andati a bersaglio in nove occasioni. I precedenti tra i due tecnici parlano di due vittorie a testa, così come equilibrata la sfida tra Papagni e il Real (una vittoria, un pareggio e una sconfitta). In leggero vantaggio Boccolini sull’Andria: in otto uscite tre vittorie, altrettanti pareggi e due battute d’arresto.