Tarabuso: “Des Caserta competitiva su tre fronti”

Tarabuso, Palermi e il Sindaco Petteruti

La grande passione per il softball gli ha permesso di realizzare un sogno. Portare lo scudetto a Caserta scrivendo una pagine indelebile della storia rossoblu. Il presidente Tarabuso ha curato personalmente ogni dettaglio perché se è vero come è vero che l’appetito vien mangiando, la sua Des vorrà provare a rivincer tutto. “E’ una sfida che ci affascina – ha detto – perché confermarsi a certi livelli è sempre molto difficile. Aggiudicarsi una Coppa Italia l termine di una stagione lunga e intensa come quella passata non è stata una passeggiata. Quest’anno avremo anche la Coppa Campioni, insomma tre competizioni che ci vedranno impegnati sia fisicamente che mentalmente e non vogliamo recitare il ruolo di comparse”. Inutile dire che la partecipazione alla Coppa è l’ennesimo traguardo che Tarabuso e il suo club tagliano. “Partecipare non significa vincere automaticamente – precisa – proprio per questo abbiamo ingaggiato atlete di fama mondiale e siamo convinti di poter dire la nostra”. In Italia invece si rinnoverà il duello con Fiorini Forlì e le altre: “Sarà un torneo anomalo perché ci saranno soltanto nove squadre. Tutte si sono rinforzate e molte ambiscono alle prime posizioni. Per quanto ci riguarda non stiliamo tabelle e pensiamo ad un ostacolo alla volta. Per la Coppa Campioni bisognerà attendere l’estate perciò pensiamo al campionato e a vincere il maggior numero di partite. Una cosa è certa:abbiamo ancora fame di successi e non vogliamo fermarci”.