Aversa, cresce l’attesa per sabato

La Normanna sembra ormai abituata a cadere per poi rialzarsi e ripartire più forte di prima. I granata nelle ultime gare hanno dilapidato il vantaggio che li teneva al sicuro dalla zona calda della classifica. Anche quest’anno, il finale di campionato è tutto in salita e sarà davvero una lotta estenuante quella per tenersi a galla ed evitare i temutissimi playout. Le rimanenti sei partite non si possono affatto fallire, ad iniziare da sabato. Fare visita al Catanzaro non è di certo una passeggiata. Al di là del valore dei calabresi, ci si mette anche la rabbia dei giallorossi bisognosi di riscatto dopo la sconfitta di Scafati ma soprattutto la perdita del primato in classifica. Dall’altra parte però l’Aversa vuole archiviare definitivamente le due debacle consecutive e le tante polemiche che ne sono seguite. Il ritorno del direttore generale Nicola Pannone è un chiaro segnale di rinascita e di voglia di riprendere un cammino vincente. Normanna quindi che pensa anche al futuro ma soprattutto al presente che impone di fare risultato. Per squalifica non saranno della partita D’Urso e Ciminari, ma ritornerà disponibile Parisi che ha scontato il turno di stop. La partitella con la Berretti ha dimostrato lo stato di forma dei granata che nelle ultime uscite sono sembrati particolarmente sottotono. Buone notizie provengono da Chietti che ha finalmente superato i problemi fisici ed in amichevole si è messo in evidenza con una doppietta. Il duo Juary- Foglia Manzillo potrebbe quindi pensare a nuove soluzioni tattiche, rivedendo il 4-3-3. Ci si aspetta quindi qualche novità di formazione. L’obiettivo principale è però non tornare a casa a mani vuote. Anche un pareggio potrebbe accontentare Di Girolamo e compagni che sperano in una prestazione convincente come quella dell’andata.