Per il Caffè Toraldo spareggio al ‘Palamoro’



Dopo due stop consecutivi il Caffè Toraldo è atteso dalla gara più importante del campionato, al “PalaMoro” con il solito ingresso gratuito alle ore 15 ospite del Marcianise-Marigliano sarà il Cadi Reggio Calabria. Sarà la seconda gara consecutiva interna per la squadra di mister Ivan Oranges che dopo la bella e sfortunata prova di sabato scorso con la Promomedia Putignano ora deve puntare per forza di cose ai tre punti respingendo così il definitivo assalto dei calabresi che in classifica sono attardati solo di un punto ed occupano l’ultima posizione della griglia play-out mentre il Caffè Toraldo attualmente sarebbe salvo direttamente senza spareggi. Stagione quasi finita per Manzalli che dopo un mese di stop ed il rientro nella gara dello scorso week end ha subito una ricaduta che lo terrà fuori ora per un po di tempo. Brutta perdita che però già era stata sopperita nelle scorse settimane anche se fa perdere quella imprevedibilità in avanti che garantisce l’esterno offensivo. Intanto buone notizie dai giovani dell’under 21 che battono 9-4 il Napoli C5 ad Aversa con un poker del gioiello Russo, autore di ben 62 gol in campionato, doppietta di Amendola, un gol a testa poi per i vari Armanno, Molitierno ed il recuperato Santoro. I ragazzi allenati dal tecnico Raffaele Musone hanno totalizzato 40 punti nell’arco del campionato conquistando il quinto posto nella regular season con il secondo miglior attacco del girone (solo tre gol in meno dell’Isef seconda in classifica) ed ora nei quarti dei play-off affronteranno la Mecobil mercoledì prossimo a San Vitaliano mentre il ritorno è previsto per domenica 28 al “PalaMoro”. Importante risultato quindi dal settore giovanile che sta lanciando quindi molti giovani interessanti che oltre anche ad allenarsi con la prima squadra hanno già esordito, vedi Russo Armanno e Battistone. Intanto però c’è da pensare al Real Reggio Calabria in arrivo in Terra di Lavoro come ci spiega l’attaccante Salvatore Laurenza “Sarà una battaglia perché i tre punti sono vitali per entrambe le squadre ma è ovvio che noi dobbiamo sfruttare il fattore campo – dichiara il marcianisano doc già autore di 12 gol finora – mancano solo quattro gare e questa è quella più importante perché è il classico dentro o fuori, uno spareggio che non possiamo fallire. Sono fiducioso perché giocando come sabato scorso possiamo mettere in difficoltà chiunque, anche il Putignano infatti ha dovuto soffrire fino all’ultimo secondo”. La nota positiva della scorsa settimana è stata anche il ritorno al gol del pivot Eli, secondo gol per l’ex Caja Segovia e Spartak Mosca che nonostante tanta sfortuna nel secondo tempo è tornato a marcare il cartellino. Tutti al PalaMoro per raggiungere insieme l’obiettivo salvezza, il sesto uomo in campo sarà determinante per conservare la serie A2.