Ferrari salva la Casertana al 90′. Termina in parità la sfida playoff

Al gol iniziale di Bollino su rigore rispodne Mazzaroppi. Nella ripresa vantaggio azzurro grazie ad un eurogol di Cavaliere e definitivo pari del solito Ferrari



L’esultanza dei rossoblù (Foto Giuseppe Scialla)

CASERTA. Non è proprio l’annata giusta. Nonostante la dirigenza avesse allestito una rosa per vincere il campionato gli errori e la sfortuna hanno relegato la Casertana al sesto posto in classifica, lontano tredici punti dalla vetta.  Anche oggi, con risultati provenienti da Sorrento e da Vallo della Lucania (dove si è giocato il derby Angri-Paganese) decisamente favorevoli alla Casertana, quest’ultima non è riuscita, al “Pinto” a superare un solido e ben organizzato Cassino. Pecca di continuità la formazione di Cangelosi e poi le solite distrazioni difensive (quelle non mancano mai) e la poca incisività sotto porta hanno fatto sì che la Casertano non scalasse posizioni in classifica. Un 2 a 2 finale giusto, e per come si erano messe le cose i falchetti devono essere ben contenti. All’89’ si erano sotto per due reti a uno. Il solito Ferrari, di testa, che è la sua specialità, ha regalato un punto ai suoi.

Cangelosi ne cambia cinque rispetto alla gara di Pagani. Dentro Rainone, Atteo, Vacca, Taurino e Bollino, panchina per Soprano, Tringali, Liurni e Turchetta. Manzo era squalificato. Ha un po’  sorpreso l’inserimento dal primo minuto di Atteo al posto di Tringali che dall’avvento in panchina di Cangelosi era stato sempre schierato nell’undici iniziale.



Parte forte il Cassino che al 9′ colpisce il palo esterno con Ingretolli che approfitta di una dormita della difesa, con un pallonetto scavalca Prisco in uscita e, da posizione decentrata, colpisce il palo. Un minuto dopo Penetrazione di Paglino in area e Mazzaroppi lo mette giù con le cattive, per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto non sbaglia Bollino nonostante Della Pietra avesse indovinato l’angolo.  Al 16′ una spettacolare deviazione di Prisco nega la gioia del gol a Darboe che, sotto solo, di testa, indirizza verso il palo più lontano. Al 24′ il Cassino pareggia. Solito cross dalla destra, inserimento sul secondo palo di Mazzaroppi che di sinistro, al volo, incrocia con palla che bacia il palo e termina in rete. Dov’erano Paglino e Vacca? Il Cassino ringrazia. La gara è equilibrata, il Cassino ben disposto sul rettangolo di gioco, lascia il pallino del gioco ai falchetti ma raramente va in difficoltà.

Il Cassino approccia il tempo tempo meglio della Casertana. Sembra più vivace la squadra di Carcione. Il tempo scorre ma non ci sono occasioni da gol. Supremazia territoriale della Casertana che si inaridisce nelle ultimi venti metri. Al 35′ della ripresa il neo entrato Cavaliere da destra si accentra e lascia partite, di sinistro, un tiro a giro che infila Prisco, sul palo più lontano. Una rete meravigliosa, che merita applausi. Quando sembra finita ecco spuntare il solito Ferrari (visto raramente durante i novanta minuti) che trasforma in oro il cross dalla sinistra di Taurino.

TABELLINO CASERTANA – CASSINO 2-2

Casertana: Prisco; Paglino, Rainone, Sabatino, Sena; Vacca (dal 81′ Tringali), Atteo (dal 46′ Matese), Casoli (dal 85′ Turchetta); Bollino (dal 58′ Liurni), Ferrari, Taurino. A disp.: Romano, Galletta, Soprano, Cugnata, Guida. All.: V. Cangelosi.
Cassino: Della Pietra; Cocorocchio, Gallo, Donnarumma (dal 77′ Cavaliere); Raucci, Orlando, Lucchese, Darboe, Mazzaroppi (80′ Evangelista); Tribelli (dal 68′ Tomassi), Ingretolli (dal 58′ Cardillo). A disp.: Campisi, Plini, Di Franco, Ceccarelli, Bianchi. All.: I. Carcione
Arbitro: L. Selvatici di Rovigo
Reti: 11′  Bollino (rig.), 24′ Mazzaroppi, 79′ Cavaliere, 90′ Ferrari
Note: ammoniti 56′ Donnarumma, 67′ Tribelli, 72′ Lucchese, 79′ Cavaliere, 90′ Taurino; angoli 4 a 5 per il Cassino; rec.: 2′ pt; 6′ st


error: Content is protected !!
P