Il Mondragone saluta l’Eccellenza. Villano e Pagliuca rassegnati: “Troppi ostacoli per continuare. Ecco cosa è andato storto“



Lo stadio di Mondragone

MONDRAGONE – Fulmine a ciel sereno in casa Mondragone dopo le indiscrezioni della passata settimana che volevano un Mondragone pronto ai nastri di partenza del prossimo campionato di Eccellenza ecco il dietro front della stessa dirigenza che di comune accordo ha deciso di cedere il titolo sportivo alla società ASD Monte Calcio squadra di Monte di Procida. Ecco le motivazioni del dg Mario Pagliuca che ha portato a tale scelta “Dopo una riunione avuta con il presidente Francesco Villano, abbiamo deciso di trasferire il titolo sportivo in quel di Monte di Procida. Le motivazioni di tale scelta sono da cercare nel ritardo dei lavori presso l’impianto sportivo mondragonese. Il fatto di dover cercare una nuova struttura per fare gli allenamenti e disputare le gare interne con ripercussioni sulle casse societarie ne sono la causa principale”. Queste invece le dichiarazioni del presidente Francesco Villano:” Avevamo un accordo con dei nuovi soci che è saltato, la problematica campo sportivo che ancora non è pronto, e problemi con dei terzi ereditati dalle precedenti gestioni. Farò una nuova affiliazione per fare un campionato juniores regionale”. La società granata dovrebbe continuare a fare settore giovanile ma tutto è da definire. Dopo diversi anni torna il calcio che conta in quel di Monte di Procida del presidente Ciro Capuano che ha voglia di stupire nella prossima stagione agonistica.




error: Content is protected !!
P