GLADIATOR-VARELA: IL PATTO HA AVUTO RAGIONE. Ora la Serie B nel futuro del portoghese



Muhamed Djamanca Varela

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Per Muhamed Varela Djamanca sono pronte ad aprirsi le porte della Serie B. A distanza di sei mesi dal primo accostamento, l’affare tra il Cosenza e l’attaccante portoghese di origini guineane sta entrando nella fase conclusiva ed ai primi di luglio, inizio del calciomercato professionistico, potrebbe essere ufficializzato un contratto triennale. Sarà un trasferimento posticipato di qualche mese, perché tanto si è vociferato del suo arrivo in Calabria a gennaio. Se ciò non è avvenuto è grazie ad un vero e proprio patto che è stato siglato tra uno dei soci di maggior rilievo del Gladiator Giacomo De Felice ed il procuratore del calciatore Gabriele La Manna.

IL PATTO. L’imprenditore sammaritano, che ha preso il timone del team neroazzurro da dicembre 2021, ha convinto il procuratore ed il suo assistito a ritardare di pochi mesi il trasferimento. Egli ha puntato molto su alcuni aspetti motivazionali che poi si sono avverati. “Aiuta il Gladiator a conquistare la salvezza da protagonista e volerai in Serie B“: queste le parole in pratica e così è stato, con la freccia scuola Sporting Lisbona che, dopo l’inizio scoppiettante con Martino, si è ripresa dagli infortuni ed è stata tra gli artefici della super rimonta salvezza con 8 reti e svariati assist sin dal suo ritorno in campo a febbraio, sotto la guida di Grimaldi. Ed in totale fanno 13 reti stagionali: numeri non da poco per un esterno offensivo classe ’98, dotato di fulmineo dribbling in velocità, che sta entusiasmando il pubblico sammaritano con sgroppate, accelerazioni nelle praterie e goal di buona rifinitura.



L’ESULTANZA SOCIAL. Più si avvicina il campionato, più si avvicina il trasferimento di Varela al Cosenza, con un indizio che non è passato inosservato. Dopo aver visitato lo stadio “San Vito – Gigi Marulla” in passato, lui stesso, ieri sera, ha tifato per i Lupi della Sila, con tanto di esultanza pubblicata in una story Instagram, appena il Cosenza ha conquistato la salvezza in Serie B, con la vittoria per 2-0 nel play-out contro il Vicenza. Ed in effetti c’è una bella differenza tra giocare in B e C, con la cadetteria che è un altro palcoscenico rispetto alla terza serie (categoria tra l’altro in cui ha un gran estimatore come il Palermo che lo ha richiesto). Ha fatto bene ad aspettare Momo che ha aiutato il Gladiator a conquistare la salvezza e l’anno prossimo potrà cimentarsi, molto probabilmente, in Serie B. Il patto ha avuto ragione.