UN GIRAMONDO EX SERIE A NEL MATINO. Tra i salentini anche una vecchia conoscenza rossoblu



Dominique Malonga ed Antonio Meola

MATINO – La Casertana nella tana dell’ultima in classifica. Nell’anticipo di sabato, allo stadio “Comunale” di Ugento, i rossoblu di Vincenzo Feola giocheranno contro il fanalino di coda che, con 19 punti, sembra indirizzato verso la retrocessione di Eccellenza: sono infatti ben 8 le lunghezze di distacco dalla penultima Nardò.

IN GIRO PER IL MONDO. La trasferta in terra salentina è la seconda più lunga dopo Casarano. I salentini hanno compiuto diversi acquisti nelle finestra di mercato: ha fatto effetto l’acquisto di Dominique Malonga, esterno offensivo classe ’89 che ha collezionato 41 presenze in Serie A con Torino e Cesena: con i granata segnò a 18 anni contro il Catania, mentre tra i romagnoli siglò dieci goal tra A e B contro Bologna e Cagliari, oltre alle svariate esperienze in Serie B ed in giro per il Mondo in Francia al Monaco, in Scozia all’Hibernian, in Svizzera al Servette, in Bulgaria al Lokomotiv Plovdiv, in Spagna all’Elche ed al Real Murcia.



L’EX DI TURNO. Da febbraio nel team salentino è arrivato anche Antonio Meola, proveniente dalla Frattese. L’atleta napoletano classe ’90 è una vecchia conoscenza della Casertana, con 39 presenze all’attivo tra il 2018 ed il 2019, con un goal siglato contro la Viterbese. L’ex Matera, Avellino e Livorno ha collezionato 3 presenze dal suo arrivo: venerdì scorso ha giocato come centrale destro della difesa a tre, nel recupero vinto contro il Gravina per 3-2, a conferma che i pugliesi di Giuseppe Branà non hanno ancora alzato bandiera bianca. Quindi i falchetti devono stare attenti se non vogliono avere sorprese in terra salentina.