UOMO PERBENE. Amante del calcio e della sua Vitulazio, Achille Cuccari lascia un’eredità importante ai figli



Achille Cuccari

VITULAZIO – Il calcio casertano perde una figura di spessore, che tanto tempo ha sacrificato per lo sport e per la sua terra natia. Achille Cuccari porta con sé quell’aplomb che appartiene ai gentiluomini, preferendo in qualsiasi circostanza i modi gentili e scherzosi. Dottore urologo, di 68 anni, lascia la vita terrena a causa di problemi al cuore che lo attanagliavano da un po’ di tempo. Un mese fa subì un infarto ma non ha mai perso la voglia di andare sul campo: ieri pomeriggio ha svolto un’operazione al cuore che però non ha retto e nella notte è volato in cielo. In poco tempo la notizia si è diffusa dappertutto, in ogni parte della regione Campania, e tanti hanno voluto scrivere un messaggio di cordoglio per una persona che ha dato tanto al nostro calcio.

HA DATO TUTTO PER LA SUA TERRA. Sin da ragazzo ha infatti cercato di portare in alto il Vitulazio e, se il team rosanero è da oltre vent’anni una realtà consolidata in Promozione e la ridente cittadina dell’alto casertano gode di un sintetico all’avanguardia, il merito è suo. In un calcio che vede cambiamenti ogni giorno, lui è sempre stato al timone del club vitulatino, senza mollarlo mai ed aiutandolo anche quando altre figure si sono allontanate. Rispettato per la sua competenza, dallo scorso luglio era tornato ad essere il presidente della FIGC Caserta (ora si chiama delegato provinciale), dopo aver rivestito tale ruolo già nei primi anni 2000. Tutti ne hanno sempre apprezzato la sua diplomazia e la sua trasparenza.



L’EREDITÀ. La politica è stata l’altra grande passione del dottore, di fatti è stato sindaco di Vitulazio per due mandati. Un’intera comunità si stringe attorno alla famiglia, con i funerali che saranno officiati domani mattina, martedì 7 dicembre, alle 11.30 alla Chiesa dell’Agnena di Vitulazio. Il dottore Cuccari lascia in eredità ai suoi figli Raffaele, Guido e Fabio l’enorme passione per la professione, il calcio, la politica e soprattutto la valorizzazione della terra natia, quella Vitulazio per cui ha dato tutto. Da alcuni anni sognava l’Eccellenza ed in questi anni ci è andato vicino, ora toccherà ai suoi eredi realizzare il suo sogno nel cassetto. Di sicuro da lassù, sarà il primo tifoso dei colori rosanero in eterno.

Il camice bianco, con lo scudo rosanero del Vitulazio, identifica perfettamente la persona Achille Cuccari. Buon viaggio dottore!