L’ADDIO. Chianese: “Decisione sofferta. Real Aversa sempre nel mio cuore ma ho scelto di andare via per…



Mario Chianese (Foto Davide Gallo)

AVERSA – Sono arrivati, come un fulmine a ciel sereno, i saluti tra Mario Chianese ed il Real Aversa. Secondo quanto appreso da un comunicato della società, il calciatore ha mostrato la volontà di essere ceduto e difatti il suo nome non è apparso neanche tra i convocati nella sfida di oggi Real Aversa-Paternò. La punta centrale classe 2001 aveva siglato 3 gol con la maglia normanna (due in campionato ed uno in Coppa), la sua importanza nell’undici del tecnico Sannazzaro però si sentiva eccome. Si ricorda inoltre, l’importanza del calciatore nella salvezza conquistata lo scorso anno calcistico, quando gli aversani hanno guadagnato la salvezza nel primo anno in Serie D dopo il doppio salto di categoria. E’ stato infatti, nel 2019/2020, la dolce scoperta, la punta di diamante della compagine di patron Pellegrino. Non si conoscono i motivi della scelta di Chianese, sicuramente però mancherà nel rettangolo di gioco della società normanna, mancheranno le sue esultanze formando con le dita un cuore, il suo lottare su ogni pallone, la sua “cazzimma”, i suoi colpi di genio e la grinta che emanava a tutta la squadra. Il calcio regala storie d’amore, a volte lunghe ed a volte brevi, ma sempre intense. Magari sarà solo un arrivederci, magari il pubblico granata tornerà ad esultare guardando quel piccoletto mettere la palla in rete e correre verso di loro, con la felicità ed il trasporto che solo il calcio può dare…

Di seguito le parole pubblicate sul suo profilo Facebook, dall’attaccante ormai ex Real Aversa, con uno speciale ringraziamento al patron Pellegrino: “Sono arrivato a malincuore ad una scelta, una decisione sofferta ma che ritengo necessaria per il proseguimento della mia carriera: lasciare il Real Agro Aversa. Come accade per tutte le cose belle siamo giunti alla fine. Ho chiesto espressamente di andare via e nell’attesa che ciò accada, ci tengo a ringraziare il Presidente Guglielmo Pellegrino, che per un anno e mezzo mi ha trattato come un figlio e i tifosi normanni che mi hanno fatto sempre sentire uno di loro. I colori granata, a cui auguro un futuro di successi, resteranno sempre nel mio cuore. Mario Chianese”.