VIDEO. Casertana-Casarano nove anni dopo: bilancio favorevoli ai falchetti



Pastore autore di una doppietta col Casarano nel 2012 (Foto Giuseppe Scialla)

Casertana e Casarano di fronte domenica per la dodicesima volta nella storia al Pinto. Bilancio nettamente a favore dei campani che vantano otto successi, un pareggio e due sconfitte. Il primo confronto risale al 20 dicembre del 1981. Vittoria per 2-1 dei padroni di casa firmata Mannarelli-Tacchi e gol della bandiera di Morales. L’anno dopo una rete di Casaroli decise la sfida del 13 febbraio e la serie positiva si allungò nel maggio dell’84 quando Novellino siglò l’1-0 finale. Altri due successi consecutivi che portarono la firma di Doto nell’85-’86 e tris all’ultima giornata di andata (doppietta di Bonaldi e Genzano su rigore). I salentini retrocessero in C2 e le due compagini si diedero appuntamento al 28 maggio 1989, penultima di campionato. Clementi illuse i locali che si fecero rimontare da Fabbri e Limetti nella ripresa. La Casertana si rifece con gli interessi tredici mesi dopo: era il 3 giugno del ’90 quando Ravanelli e Campilongo con una doppietta a testa stesero gli avversari. L’unico pari risale al campionato ’90-’91, quello della promozione in B per intenderci. Sbloccò Di Baia con un preciso colpo di testa al decimo minuto su punizione di Palmisano. Nella ripresa sotto una pioggia torrenziale Campilongo riequilibrò il risultato ma quella fu una gara stregata per i ragazzi di Lombardi che le provarono tutte prima di doversi accontentare dell’1-1. A distanza di due stagioni il protagonista fu sempre lui, Gigi Di Baia, che però regalò con due prodezze intervallate da una gran punizione di Pacioni, i tre punti ai casertani. Il resto è storia recente purtroppo in D. La Virtus sbancò il ‘Pinto’ a novembre del 2009 con Serao e D’Anna. Nel 2012 doppietta di Pastore per i falchetti e Galdean per i pugliesi.