DAVIDE CONTRO GOLIA. L’Aurora Alto Casertano attende il Pineto, club più costoso del girone



Matteo Piciollo con la maglia del Balzan F.C. a Malta

CAPRIATI A VOLTURNO – Sfida impegnativa quella che attende l’Aurora Alto Casertano nel terzo turno del girone F di Serie D. Dopo le gare contro Montegiorgio e Tolentino arriva il turno del Pineto, una delle compagini più attrezzate della categoria che non è sicuramente piacevole da affrontare per riscattarsi da un avvio in sordina. Gli abruzzesi, alla sesta stagione in Serie D, hanno mostrato a più riprese di voler puntare al professionismo, fallendo l’obiettivo stagionale sempre ai play-off. Questo serve a capire la dimensione di una squadra che sicuramente parte, quantomeno sulla carta, avvantaggiata rispetto alla formazione del tecnico De Rosa, che dovrà sfruttare al meglio il “fattore casa” per fare risultato.

CHI SIEDE SULLA PANCHINA DEL PINETO. A guidare i teramani il giovanissimo Marco Pomante, allenatore classe ’83 alla seconda stagione sulla panchina del Pineto. Per lui un ottimo risultato lo scorso anno, con il team che si è piazzato in terza posizione, riuscendo a far meglio del ben più esperto Daniele Amaolo che, in quattro stagioni, mai era arrivato sul “podio” del girone F. Il modulo utilizzato è il 3-4-1-2.



DA TENERE D’OCCHIO. Il Pineto ha la rosa più costosa dell’intero girone, contro la penultima dell’Aurora Alto Casertano: ciò esplicita in maniera alquanto ovvia che gli elementi del gruppo squadra abruzzese sono tra i più forti della categoria. Tra questi figurano: il portiere classe 2001 Simone Mercorelli, under solo su carta viste le oltre 60 presenze già accumulate in quarta serie; il duo di centrali composto da Andrea Bosco, lo scorso anno in Serie C al Pro Sesto ed il capitano Alfonso Pepe, alla quinta stagione con la maglia biancoazzurra; il mediano Lorenzo Paoli, cresciuto nelle giovanili di Cesena e Fiorentina, la passata stagione in forza al Vis Pesaro in Lega Pro; il trio offensivo composto dal trequartista ex Livorno Simone Minincleri, l’ala sinistra Matteo Piciollo, ex Salernitana e vincitore per due anni consecutivi della Serie A Maltese (Premier League n.d.r.) e la prima punta Federico Cardella, capocannoniere del girone F nella passata stagione con 16 timbri.