NOSTALGIA CANAGLIA. La rabbia di Enzo Cuccaro: “Futuro nero per la Casertana. Vent’anni fa sarebbe successa una rivoluzione”



Enzo Cuccaro

L’esclusione dalla serie C della Casertana non è passata inosservata al presidentissimo Enzo Cuccaro. Con la sua Casertana nel ’91 scrisse una meravigliosa pagina di storia rossoblù e quegli anni ora sembrano ancora più lontani. Nostalgia di un calcio ormai passato e di una società che riportò Caserta in serie B. Lo stesso Cuccaro ha manifestato la propria amarezza per gli ultimi avvenimenti. “Sono arrabbiato – dice l’ex patron al Mattino – e il futuro lo vedo nero. Ammesso che il Sindaco trovi imprenditori per la quarta serie, servono 300mila euro a fondo perduto ed è un investimento complicato quando non hai nulla in mano. E al momento la Casertana non ha davvero nulla. Vent’anni fa, di fronte a fatti del genere sarebbe successa una rivoluzione. Questa volta nulla, non c’è stata alcuna reazione se non la protesta dei duecento tifosi la settimana scorsa al Comune. La gente si è rassegnata e anche dopo la lettura della sentenza non c’è stata alcuna risposta”.