DI BENEDETTO NUOVO ALLENATORE UEFA A. Grande traguardo, nel corso con Di Natale, Barzagli ed Aquilani



Ferdinando Di Benedetto

MARCIANISE – Imparare ed acculturarsi sempre, per allargare i propri orizzonti. Ferdinando Di Benedetto non ha mai smesso di studiare per fare sue le metodologie di uno sport, il calcio, che si evolve quotidianamente. Ed ora, al culmine di una vita impreziosita dallo sport, il tecnico di Marcianise ottiene una qualifica che è privilegio per pochi eletti: il patentino di allenatore UEFA A.

LA QUALIFICA. Nei giorni scorsi sono stati ufficializzati dal Settore Tecnico i nuovi allenatori UEFA A, che si sono abilitati dopo aver frequentato il corso iniziato lo scorso settembre e dopo aver sostenuto gli esami finali. L’UEFA A è il secondo massimo livello di formazione per un tecnico riconosciuto a livello europeo, la cui qualifica consente di guidare tutte le squadre giovanili, tutte le formazioni femminili e le prime squadre maschili fino alla Serie C inclusa. Con il titolo UEFA A è inoltre possibile essere tesserati come vice allenatori nei due massimi campionati maschili, ovvero sia in Serie B che in Serie A.



IL CORSO. Enorme è la soddisfazione di Ferdinando Di Benedetto per il traguardo raggiunto: “Esperienza bellissima, anche se per via del Covid-19 il percorso è stato lungo e forse è stato ancora meglio. Il corso ci ha cementato come gruppo, ho avuto buonissimi rapporti con tutti, maggiormente con Nocerino, Cascione, Di Natale, dialogavamo spesso, insieme a tavola, sulle nostre idee di calcio. Sono molto contento che abbiamo fatto gruppo con tutti. Sulla carta il corso sarebbe dovuto durare da settembre a gennaio, ma in virtù del regime da zona rossa, il corso si è fermato a novembre ed è proseguito con le lezioni on-line. Abbiamo ripreso a marzo, quindi andando a fare i calcoli, è durato da settembre a giugno, di fatti scherzavamo che il nostro fosse il corso più lungo della storia Uefa A“.

LE INNOVAZIONI. L’allenatore, che abbiamo l’onore di avere come opinionista della trasmissione “Tutti Pazzi per il Calcio Minore“, racconta l’esperienza vissuta: “Venivo da un momento di stanca, per cui volevo progredire. Si è verificata questa occasione e sono stato molto felice di coglierla al volo. Devo essere sincero, dal punto di vista formativo è uno step importante. Il calcio cambia anno per anno, anche sotto altri aspetti, fare questo corso mi ha permesso di conoscere un livello più alto, mentalmente è un calcio diverso a quello che vivo quotidianamente. E’ un calcio ancor più avanti rispetto alle mie idee, infatti si è visto con Roberto Mancini agli Europei 2020“.

ULIVIERI. Di Benedetto, ex allenatore di Marcianise ed Hermes Casagiove e secondo di Antonio Porta a Giugliano in Serie C2, ha ricevuto gli insegnamenti tecnico-tattici di un decano del calcio italiano come Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione Italiana Allenatori e allenatore del Pontedera femminile: “Mi ha colpito la lucidità mentale di Ulivieri, quella voglia ad ottant’anni di trasmettere un calcio propositivo, moderno, di un certo prestigio. Mario Beretta lo supportato ed ha contribuito a darci una formazione di buon livello“.

I CORSISTI. Tra gli allievi che hanno ottenuto la qualifica UEFA A, i tre corsisti che si sono contraddistinti maggiormente e che hanno ottenuto il punteggio finale più alto agli esami sono stati: l’ex assistente allenatore della Nazionale Under 20, Giovanni Valenti, Dan Vesterby Thomassen e l’ex allenatore della San Marino Academy, nonché vincitore anche dell’ultima edizione della Panchina d’argento femminile, Alain Conte.

Di seguito l’elenco completo dei neotecnici abilitati UEFA A, tra cui figurano anche nomi noti del calcio italiano, come il campione del mondo del 2006, Andrea Barzagli, e gli Azzurri vicecampioni d’Europa nel 2012, Antonio Di Natale e Antonio Nocerino:

Alessandro Agostini, Alberto Aquilani, Andrea Barzagli, Luca Bozzini, Salvatore Luigi Bruno, Emmanuel Cascione, Maurizio Cerutti, Carlo Chiarabini, Emanuele Ciabocco, Alain Conte, Daniele Daino, Moreno Dalla Pozza, Antonio De Cillis, Ernesto De Santis, Ferdinando Di Benedetto, Antonio Di Natale, Maurizio Domizzi, Cristian Dori, Gianluca Dottori, Achille Fabbri, Stefano Fabi, Michele Ferri, Silvia Fuselli, Marco Galletti, Gianluca Garzon, Giuliano Gentilini, Massimiliano Giatti, Martin Klotzner, Abdoulay Konko, Cristian Daniel Ledesma, Giorgio Lucenti, Luca Luzardi, Sonia Manfucci, Fabio Melillo, Paolo Migliavacca, Ivan Moretto, Giovanni Mussa, Antonio Nocerino, Atos Rigucci, Vincenzo Saladino, Gianluca Savoldi, Alessio Scarchilli, Viviana Schiavi, Lorenzo Sibilano, Francesca Stancati, Saverio Stanizzi, Maurizio Tacchi, Roberto Taurino, Dan Vesterby Thomassen, Flavio Toccoli, Romulo Eugenio Togni, Giovanni Valenti, Stefano Virgili e Roberto Vitiello.

CONGRATULAZIONI. Complimenti mister per il grande traguardo, siamo orgogliosi ed onorati di avere con noi un allenatore di grande caratura morale e dalle immense doti umane, che dà lustro alla nostra terra nel mondo degli allenatori UEFA A.