POLEMICHE INFINITE. La Frattese: “L’Albanova ammetta i propri errori. Se vogliono darci lezioni di sportività…



Adamo Guarino

FRATTAMAGGIORE – Non si placano le polemiche tra le dirigenze di Albanova e Frattese. Dopo il comunicato di domenica della compagine biancoazzurra, è arrivata oggi la multa del giudice sportivo che ha sanzionato entrambe le squadre. Poco fa il comunicato da parte del responsabile dell’area tecnica nero-stellata, Armando Riccardo, che riporta la sentenza emessa dal giudice sportivo nei confronti dell’Albanova, invitando i dirigenti biancoazzurri ad ammettere i propri errori.

Se qualcuno vuole darci lezione di sportività e soprattutto di calcio, ammettesse i propri errori, il calcio da sempre è stato pane quotidiano di intere generazioni, o’pallone è nata cosa.
Questa è la sentenza del Giudice Sportivo.
Euro 500,00 ALBANOVA CALCIO Come relazionato nel supplemento di rapporto dal C.C., a fine gara, dopo il triplice fischio, a causa di invettive verbali ed a gesti da parte di un dirigente della Società nei confronti dei componenti della panchina della squadra avversaria, calciatori appartenenti alla Società, avevano una disputa, con parole e spintoni, con calciatori della squadra avversaria; disputa che non ha avuto conseguenze grazie all’intervento dei dirigenti della squadra avversaria unitamente al C.C.. Dopo che la terna arbitrale ed i calciatori delle squadre erano rientrati negli spogliatoi, alcuni dirigenti della Società arrivavano davanti all’antispazio degli spogliatoi entrando dalla porta centrale d’ingresso, che era chiusa, forzandola; al C.C. intervenuto, detti dirigenti, rispondevano di “togliersi di mezzo, di mettersi in disparte, perché erano a casa loro”. Nelle more essendo entrati dei dirigenti della squadra avversaria, i predetti dirigenti della Società unitamente ad un altro dirigente, che era stato espulso, con toni minacciosi, li invitavano ad andar via. I dirigenti della Società ospitata non reagivano, tentando, anzi, un confronto pacifico. Si aggiunga, così come relazionato dal CC, che un dirigente sempre della Società locale, mentre i dirigenti della Società ospitata, uscivano dalla struttura, inveiva contro il dirigente accompagnatore della società avversa, accusandolo di aver causato la situazione che si era venuta a creare, senza che questi reagisse. Si aggiunga, ancora, che mentre i calciatori della squadra avversaria rientravano negli spogliatoi al termine della gara, sostenitori della Società lanciavano monetine nei loro confronti senza colpirli.”
Anche la Frattese ha ricevuto una multa, di euro 180,00 per alcuni screzi che i calciatori hanno avuto con quelli avversari: “Come relazionato nel supplemento di rapporto dal C.C., alcuni calciatori avevano una disputa con i calciatori avversari.
Disputa che non ha avuto conseguenze per il fattivo intervento dei dirigenti della Società, unitamente al C.C.; inoltre, propri dirigenti entravano negli spogliatoi”
Vedremo se arriverà nelle prossime ore il tanto atteso incontro chiarificatore tra le due società.