NELLA SFIDA DI MONDRAGONE. La Maddalonese vince il derby casertano e sale al terzo posto



L’esultanza della Maddalonese dopo il gol

MONDRAGONE – Prima vittoria in trasferta, secondo successo consecutivo e secondo clean sheet di fila e soprattutto girone d’andata chiuso in piena zona play off sfruttando il clamoroso risultato di Casal di Principe (Albanova battuta 0-3 tra le mura amiche dall’Acerrana). La Maddalonese torna da Mondragone con tre punti di rigore che valgono oro colato al termine di una gara d’altra tempi con dieci ammoniti e due espulsi. Applausi convinti per il Mondragone di mister De Meo che ha lottato fino al minuto ’96 con grinta e determinazione ma ha visto le proprie speranze infrangersi sul palo. Tra le fila della Maddalonese partita superlativa di Di Mauro che ha più volte acceso la fase offensiva ma sul match hanno pesato due fattori esterni come il forte vento e le condizioni del terreno di gioco sicuramente non adatte alle giocate di fino. Partenza ad handicap per l’undici di Portone che deve rinunciare già dalla partenza al difensore Posillipo (vittima di un forte attacco intestinale nella notte), mentre nel primo tempo escono anzitempo dal rettangolo di gioco l’esterno Zacchia e un altro perno della difesa come Falco rimasto vittima di una piccola contrattura. Prima azione pericolosa di marca Mondragone al minuto venti con De Iorio che riesce a ben smarcarsi sull’esterno e a centrare lo specchio della porta anche se il tiro finisce alto sulla traversa. Gara molto spezzettata dalle numerose interruzioni con i calciatori spesso vittime di un terreno di gioco che ha lasciato parecchio a desiderare. Al 43’ il momento chiave di tutto l’incontro. Di Landa tocca ingenuamente la palla con la mano in area di rigore e l’arbitro decreta il penalty per i granata. Con la consueta freddezza Giovanni Barletta spiazza il portiere e realizza la prima rete stagionale. Nella ripresa la Maddalonese perde anche Di Costanzo e a venti minuti dalla fine delle ostilità la partita si infiamma. Al 70’ ospiti in dieci per la doppia ammonizione di Viscovo, al 75’ ci prova il Mondragone con un colpo di testa in controbalzo di Coppola che Formisano respinge sotto misura. Il portiere granata ancora protagonista all’80 quando riesce a sventare con grande lucidità un mezzo pasticcio dei suoi compagni di reparto. All’ 88 anche i padroni di casa si ritrovano in dieci uomini per l’espulsione di Zoppino e al 93’ il Mondragone grida al gol con l’azione più importante della gara, il tiro dalla distanza del sempre puntuale Colella che si stampa sul palo. Il Mondragone resta fanalino di coda ad un punto con la Nuova Napoli Nord ma nel girone di ritorno saprà togliersi sicuramente qualche soddisfazione grazie ad un gruppo che continua a crescere ed a maturare esperienza. La Maddalonese si presenta al giro di boa con un bilancio sicuramente positivo. Terzo posto in solitaria che vuol dire accesso ai playoff senza fare calcoli. Dal prossimo weekend ogni partita rappresenterà sicuramente qualcosa di importante.

MONDRAGONE-MADDALONESE 0-1



 

MONDRAGONE: Capasso, Di Landa (46’ D’Amore), Maggio, Senatore (71’ Barra), Tufo, Zoppino, Mazzone (85’ Duca), Colella, Coppola, De Iorio (66’ Pepe), Barretta (79’ Corvino). A disp.: Zeoli, Di Giorgio, Riccio, Del Prete. Allenatore: De Meo

MADDALONESE: Formisano, Viscovo, Zacchia (21’ Lanni), Falco (41’ Verdicchio), De Fenza, Della Ventura, Barletta, Pingue, Di Pietro, Di Costanzo (55’ Cioffi), Di Mauro. A disp.: Sodano, Romagnoli, Farina, Ferraro, Caruso, Pulcino. Allenatore: Portone

ARBITRO: Russo di Benevento

MARCATORE: 43’ Barletta (rig.)

AMMONITI: Della Ventura, Viscovo, De iorio, Pingue, Maggio, Mazzone, Cioffi, Coppola, Verdicchio, Zoppino, Formisano, De Meo (allenatore Mondragone)

ESPULSI: Viscovo al 70’ per doppia ammonizione, Follera (vice allenatore Mondragone) al 72’ per proteste, Zoppino all’88’ per doppia ammonizione

NOTE: giornata molto ventilata, angoli 3-