GLADIATOR INFASTIDITO. Martino: “Pari prezioso ma serve vincere. Penalizzati da decisioni arbitrali avverse, su Del Sorbo e sul Lanusei…



Alessio Martino

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Con il campionato che si avvicina al rush finale, il pari non soddisfa ambedue gli allenatori. Impelagato in piena zona retrocessione, il trainer sammaritano Alessio Martino porta a casa il punto ma avrebbe preferito il bottino pieno: “Siamo costretti a fare punti contro chiunque, per cui c’è amarezza nonostante l’avversario non sia l’ultimo arrivato. Se fossimo stati in altro posto di classifica, il pari col Savoia sarebbe da ritenere un risultato importante, ma purtroppo ora non basta e non siamo contenti. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno perché abbiamo ottenuto un punto, senza subire reti, contro una squadra forte”.

L’ANALISI. L’ex Gelbison ed Eclanese analizza la gara nel dettaglio: “Nel primo tempo abbiamo sofferto poco. In alcune circostanze siamo andati vicini alla rete, come nel caso di Maraucci, mentre varie volte abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio negli ultimi venti metri. Loro si aspettavano che partivamo subito alti, in virtù della classifica, ma non abbiamo concesso molto: è stata una gara un po’ a scacchi. Nella ripresa ho cercato nei cambi di dare qualcosa in più in attacco, dopo che nel primo tempo (con Marzano falso nueve ndr) abbiamo giocato senza punti di riferimento. Nella ripresa ho inserito Cataruozzolo e Gubellini, le armi che ho a disposizione, ma non siamo riusciti a pungere, siamo andati in affanno ed a mio avviso abbiamo subito qualche angolo di troppo“.



L’ACCANIMENTO ARBITRALE. Il tecnico si sofferma poi sulla sua espulsione e sulle direzioni arbitrali avverse: “Sono rammaricato per il mio allontanamento. E’ un momento che dà fastidio. Domenica scorsa, da allenatore, siamo stati troppo penalizzati dall’arbitro. Continuo a vedere atteggiamenti che non mi piacciono, sono piccole cose che danno noia. Ieri abbiamo giocato la prima gara senza Del Sorbo. Domenica era rigore per noi ed invece abbiamo preso oltre al danno la beffa, con l’espulsione ed una squalifica che ci priva del nostro attaccante principale per troppo tempo. In settimana avevo detto che non dovevamo lamentarci. La società si è comportata da modello, non ha affrontato con alcun comunicato quello che è successo domenica. Gli alibi li lasciamo agli altri, ma quanto successo ieri fa arrabbiare. Ho chiamato il mio massaggiatore per farlo entrare, in quanto Falco era a terra, e l’arbitro mi allontana. Episodi che alla lunga danno fastidio”.

PROSSIMA SFIDA. Infine Alessio Martino si sofferma sulla prossima sfida, in programma domenica a Lanusei: “Siamo ad un tratto della stagione in cui siamo chiamati sempre a fare punti. Il Lanusei è una squadra importante, lo ha dimostrato col Monterosi. Ha giocatori importanti come Varela, la classifica lo dice chiaramente. Testa al Lanusei, c’è da guardare il bicchiere mezzo pieno, se le prestazioni continuano ad esserci come contro il Savoia, avremo le qualità per uscirne“.